Atuttapagina.it

Frosinone, successo con il teatro in piazza Valchera

Milena MiconiSolo posti in piedi e tutto esaurito per lo spettacolo teatrale “Beate noi”, con Milena Miconi e Francesca Nunzi, secondo appuntamento della rassegna frusinate “Teatro tra la porte” e vernissage per la location di piazza Valchera dopo lo sfolgorante esordio con “Alla velocità della luce” in piazzale Vittorio Veneto. In oltre mille, infatti, sfidando anche condizioni atmosferiche più da autunno inoltrato che da estate dal solleone, non hanno voluto mancare l’appuntamento con la pièce delle due attrici romane, che hanno intrattenuto e divertito per quasi un’ora e mezza il numerosissimo pubblico.
L’opera era incentrata sulla surreale storia di Santa Rita da Cascia e di Santa Silvia da Brescia, sfrattate dal calendario da improbabili altri santi e retrocesse addirittura al ruolo di beate. Tutto per colpa della globalizzazione. E sì, perché con tanti nuovi stranieri e sovrabbondanti nuove canonizzazioni i santi più tradizionali e forse meno pregati sono stati costretti a lasciare il posto a santi nuovi e molto più trendy. Come risolvere la situazione? Un comune mortale avrebbe detto: «Ci vorrebbe un santo in Paradiso». Ma per loro due l’unica speranza è stata quella di tornare sulla Terra e compiere un miracolo eclatante per recuperare la notorietà smarrita.
Uno spettacolo davvero esilarante giocato su di un garbato romanesco e sulla simpatia delle due protagoniste. Con una scenografia spartana, da Sante e Beate le belle attrici si sono divertite con il pubblico, non mancando di ridere e sorridere con gli spettatori.
«Un grande successo di pubblico e di gradimento – ha commentato l’assessore alla Cultura Gianpiero Fabrizi – che testimonia come il “Teatro tra le porte” abbia acquisito una dimensione tale da essere entrato nel calendario degli appuntamenti irrinunciabili dei frusinati e dei residenti dell’hinterland del capoluogo. L’Amministrazione Ottaviani sta puntando con convinzione su progetti culturali di qualità, che stanno qualificando il capoluogo come polo attrattore di interessi e di afflusso anche di un certo turismo culturale che non può che far bene al tessuto economico».
Il prossimo appuntamento è per mercoledì, sempre alle 21:15, sempre in piazza Valchera, con “La Paloma” della bravissima Pamela Villoresi.

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni