Atuttapagina.it

Figc, Carlo Tavecchio è il nuovo presidente

Carlo TavecchioCarlo Tavecchio è il nuovo presidente della Federcalcio. Decisiva la terza votazione, che ha visto il vicepresidente federale vicario e numero uno della Lega Nazionale Dilettanti ottenere 310,12 preferenze (63,63%), mentre Demetrio Albertini si è fermato al 33,95% (165,47 voti). Sono state 11,79 le schede bianche (2,42%), 21,62 i non votanti e 487,38 i voti espressi (quorum a 243,69).
«Sarò il presidente di tutti – la promessa a caldo di Tavecchio subito dopo l’elezione – soprattutto di coloro che legittimamente hanno espresso il dissenso dalla mia candidatura. Desidero ringraziare quanti mi hanno confermato la fiducia e fatto sentire il loro appoggio anche nei momenti difficili». Nessun annuncio sul nome del nuovo Commissario Tecnico della Nazionale, una decisione che in ogni caso verrà presa al più presto: «Non ho fatto ancora nessun approccio con il Ct e nessuna operazione di una nuova governance, che dovrà essere condivisa con il Consiglio Federale. Le riforme del nostro sistema possono essere fatte solo insieme, non esistono uomini della provvidenza e nessuno ha ricette magiche. Esiste però la cultura del lavoro e invito tutte le componenti ad abbandonare le divisioni e mettersi all’opera. Entro il 18 di questo mese – ha assicurato Tavecchio – mi presenterò con una lista delle cose fatte in questa settimana». Il nuovo presidente federale è tornato anche sulle polemiche delle ultime settimane: «Ho tratto molti insegnamenti che certamente metterò a frutto in un’epoca in cui si dà più peso all’apparire che all’essere. Oggi, alla presenza delle alte autorità dell’Uefa, c’è stata una grande dimostrazione di serietà e democrazia.
Presidente della LND dal 1999, vicepresidente della Figc dal 2007 a oggi (vicepresidente vicario dal 2009), Tavecchio succede quindi alla guida della Federazione a Giancarlo Abete, dimessosi dopo l’eliminazione della Nazionale nel Mondiale brasiliano. Una giornata lunga e attesa da tutto il mondo del calcio italiano quella andata in scena all’Hotel Hilton Rome Airport di Fiumicino, aperta e chiusa dagli applausi per Giancarlo Abete e per il nuovo presidente federale.
Subito dopo l’elezione Tavecchio ha ricevuto l'”in bocca al lupo” da parte di Albertini. «Volevo essere un’alternativa diversa – ha dichiarato -, ma si è rivisto il corporativismo del patto delle Leghe. Il blocco è sempre difficile da scardinare. In bocca al lupo a Tavecchio, non sarà semplice sostituire Abete».

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni