Atuttapagina.it

Danza e storia, a Supino ricordate le donne ciociare vittime della violenza della Guerra Mondiale

Supino Giornate del PatrimonioGrande successo a Supino per la celebrazione delle “Giornate Europee del Patrimonio” grazie allo spettacolo dedicato alle “Donne di Terra Nostra”, realizzato dall’A.S.D. Danzarte di Frosinone. La scuola di danza è riuscita a catalizzare l’attenzione delle centinaia di persone che hanno partecipato all’evento organizzato in collaborazione con il MiBact, il Ministero dei Beni, delle attività culturali e del turismo, che in provincia di Frosinone ha offerto all’area archeologica delle Terme Romane di Supino di entrare nel circuito europeo delle celebrazioni dedicate alle bellezze del nostro continente. L’occasione, voluta anche per ricordare le violenze subite dalle donne ciociare durante la II Guerra Mondiale affinché non possano più ripetersi nel futuro, è stata anche il pretesto per celebrare contestualmente il compleanno dell’attrice Sophia Loren, che, grazie al regista ciociaro Vittorio De Sica, proprio nel film “La Ciociara” ha saputo assumere i caratteri distintivi delle donne ciociare, diventando nel mondo, grazie alla magia del cinema, il volto e l’icona delle sofferenze subite dalle donne di questa zona del basso Lazio. Oltre alla direttrice dell’A.S.D. Danzarte, Elisabetta Grossi, hanno raccolto consensi anche l’attrice Alessandra Antonelli del Teatro Labrys, che, dal romanzo di Alberto Moravia, ha recitato struggenti stralci ed il giornalista Maurizio Lozzi, che ha presentato l’evento. Le Terme Romane di Supino, visitabili dal pubblico previo contatto con il Comune, sono ora ufficialmente aperte e parte di quel grande patrimonio europeo che quest’anno, per gli “European Heritage Days”, hanno permesso alla Ciociaria di salire con dignità sulla ribalta internazionale.

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni