Atuttapagina.it

Fiuggi diventa la città dei giochi in scatola

MonopolyFiuggi ha aderito alla quarta edizione della Settimana del Gioco in Scatola, che rientra nel progetto ludico internazionale lanciato da Hasbro nel 2010. Il Comune di Fiuggi concorrerà insieme ad altre 50 città italiane alla sfida per il titolo di Città del Gioco in Scatola 2014.
Vince il Comune che gioca di più, quindi quello che fa giocare di più i propri cittadini. Per riuscire a conquistare il titolo di città del gioco, nell’arco della settimana tra il 14 e il 23 novembre ogni Comune dovrà organizzare più eventi possibili, grazie ai quali tutta la popolazione potrà giocare. Ai vincitori del titolo di Città del Gioco è data  la possibilità di devolvere in beneficenza un carico di giochi da guinness dei primati.
La finalità del gioco è quella di creare momenti di svago e aggregazione tra i cittadini. Possono partecipare sia i cittadini che i turisti non residenti senza limite di età.
I giochi ammessi sono i seguenti:
– una partita a Monopoly vale 90 minuti;
– una partita a Cluedo vale 60 minuti;
– una partita a Taboo vale 60 minuti;
– una partita a Indovina Chi? vale 30 minuti;
– una partita a Trivial Pursuit vale 90 minuti;
– una partita ad Affonda la flotta (Battleship) vale 60 minuti;
– una partita a Forza 4 vale 30 minuti;
– una partita a Elefun vale 30 minuti;
– una partita a Mangia Ippo vale 30 minuti;
– una partita a L’allegro chirurgo vale 30 minuti.
Per l’attribuzione dei minuti di gioco il Comune individua un arbitro ufficiale, che avrà le password per caricare tutte le foto dei partecipanti alle iniziative del programma degli eventi pubblici, che si dovranno svolgere dal 14 al 23 novembre.
Il programma degli eventi, in corso di redazione, intende coinvolgere tutte le parti interessate al fine di creare un panel di attività utile a coinvolgere il maggior numero di persone.
A tal proposito ogni singolo interessato è invitato a presentare una proposta entro e non oltre il 27 settembre all’indirizzo consigliere.costantini@comune.fiuggi.fr.it.

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni