Atuttapagina.it

Frosinone, Ottaviani incontra i residenti di Corso Lazio

Corso LazioQuesto pomeriggio alle 18, a Corso Lazio, a Frosinone, davanti al nuovo cantiere edile, il sindaco Nicola Ottaviani e l’assessore ai Lavori Pubblici Fabio Tagliaferri, unitamente al dirigente architetto Francesco Acanfora, incontreranno i residenti del quartiere e la cittadinanza per fare il punto della situazione sullo stato di avanzamento dei lavori sulla costruzione del centro sportivo, dell’edificio polivalente per i servizi alla persona e centro culturale e dell’asilo nido. L’occasione, nella volontà dell’amministrazione Ottaviani, sarà propizia per raccogliere proposte e suggerimenti sul migliore utilizzo delle erigende strutture, in maniera tale da venire il più possibile incontro alle esigenze del quartiere e della cittadinanza.
Le tre strutture rientrano nel Plus (Piano locale urbano di sviluppo) di Corso Lazio e Colle Timio denominato “La porta della città”, finalizzato alla valorizzazione, riqualificazione e trasformazione di un’importante area del capoluogo a ridosso della Monti Lepini, del casello autostradale e della stazione ferroviaria, in un quartiere all’avanguardia, capace di offrire non solo ai suoi residenti ma a tutta la città una vasta area, dove oltre alle abitazioni civili stanno sorgendo strutture di interesse collettivo come appunto le tre previste dal Plus: asilo nido, campo di calcio e centro polivalente.
Un progetto fortemente ambizioso, reso possibile grazie al contributo finanziario del Fondo europeo di sviluppo regionale, che, per il Comune di Frosinone, ammonta alla cifra complessiva di 5.019.934,51 euro e al contributo economico del Comune di Frosinone, che ammonta a 736.426,38 euro, per un costo totale quindi di 5.756.360,89 euro.
«Tra gli obiettivi prioritari della nostra amministrazione – ha commentato il sindaco Nicola Ottaviani – vi è sicuramente quello di uno sviluppo urbanistico ordinato della città. L’intervento che mettiamo in campo per il quartiere di Corso Lazio va proprio in questa direzione. Un’area molto importante sia per dimensioni sia per collocazione, una vera e propria porta della città, che, con le nuove strutture previste dal Plus, assumerà le sembianze di un quartiere modello, dove tutti i residenti potranno utilizzare strumenti innovativi per il miglioramento della qualità della vita dei cittadini. In definitiva, quindi, con questo progetto si riuscirà nel duplice obiettivo di garantire uno sviluppo urbanistico ordinato e il miglioramento della qualità del decoro urbano». «Con questo appuntamento – ha dichiarato l’assessore Fabio Tagliaferri – vogliamo condividere con la cittadinanza questo percorso di crescita, confrontandoci direttamente, senza filtri, con i residenti per trovare le soluzioni migliori possibili, anche perché le strutture edilizie e i nuovi impianti possono vivere solo attraverso il contributo quotidiano degli utilizzatori finali, che sono, appunto, i cittadini residenti nel quartiere».

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni