Atuttapagina.it

Il Frosinone festeggia gli 86 anni con cinque gol al Lanciano

Davis Curiale Luca LisiEsagerato Frosinone! In un colpo solo la squadra di Stellone sfata il tabù trasferta e ottiene tre importantissimi punti sul campo della Virtus Lanciano. Quella giallazzurra non è stata una vittoria “normale”, ma un vero e proprio trionfo per il punteggio e la padronanza con la quale i leoni ciociari hanno gestito il match dal primo all’ultimo minuto. Non c’è stato modo migliore per festeggiare gli 86 anni che la società ha compiuto proprio ieri.
Alla fine ha avuto ragione Stellone, e non è la prima volta, attuando un turn over quasi totale. Le cosiddette “seconde linee” tali non sono, se è vero che è venuta fuori una delle migliori prestazioni nell’ultimo anno e mezzo del Frosinone. L’allenatore sa di avere a disposizione una rosa di buon livello e da oggi lo sanno anche le squadre avversarie e tutti coloro che avevano sottovalutato le potenzialità giallazzurre prima che il campionato partisse.
Quello di oggi è stato un Frosinone determinato e umile, ma al tempo stesso sicuro dei propri mezzi. Il Lanciano non ha potuto far altro che arrendersi al dominio ciociaro, cedendo alla fine per 1-5.
La squadra di Stellone ha anche scacciato i fantasmi di una crisi degli attaccanti, finora non brillantissimi sotto porta a parte il solito Daniel Ciofani. Oggi Curiale e Dionisi hanno mandato un segnale importante sulle qualità dell’attacco del Frosinone, segnando una doppietta ciascuno. L’altro gol, che poi è stato il primo, lo ha realizzato Masucci.
I canarini iniziano il mini tour de force nel migliore dei modi: martedì al Matusa arriverà l’Avellino e il Frosinone si avvicinerà a quell’appuntamento con il massimo dell’entusiasmo.

Foto di Luca Lisi

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni