Atuttapagina.it

Volley, coach Soli si “prende” la Globo Sora

Globo Sora ParisLa Globo Banca Popolare del Frusinate Sora ha aperto la sua quarta settimana di preparazione atletica con due giorni intensi agli ordini di coach Fabio Soli, tornato dai suoi ragazzi approfittando di una breve pausa dal suo impegno Mondiale.
Ma anche con la seconda amichevole stagionale al PalaBianchini di Latina, dove questa volta si è riscattata alla grande imponendosi per 0-3 con un Simon Hirsch in più che ha firmato l’esordio con 16 punti.
«Sono molto contento di andare a servire il mio Paese con la nostra Nazionale femminile – spiega coach Fabio Soli -, però mi dispiace tantissimo lasciare la squadra che in questi due giorni ha dimostrato di essere un gruppo di qualità con il quale si può lavorare bene. Rispetto all’amichevole della scorsa settimana in campo c’è stata più attenzione su alcuni aspetti sui quali stiamo lavorando e la differenza si è vista anche nel risultato positivo che non ci aspettavamo di mettere a segno. Siamo riusciti a battere discretamente e quindi, di conseguenza, a lavorare meglio sulla correlazione muro-difesa come anche sul cambio palla. Nel complesso si sono intraviste buone potenzialità, ma questo resta pur sempre il primo passo verso un sistema-gioco sul quale dobbiamo lavorare ancora molto. Questo risultato, assieme all’impegno che i ragazzi ci hanno messo, è sicuramente un buon punto di partenza e ci dà lo spunto per credere nelle nostre potenzialità, quelle che abbiamo dimostrato di avere».
Lunedì mattina mister Soli, assieme al suo fidato collaboratore Colucci, ha seguito i suoi ragazzi al centro wellness Sportfly, dove, sotto la guida dei preparatori Pietro Bardi e Giacomo Paone, continuano il programma di lavoro messo a punto dalla collaborazione dello staff tecnico.
«Siamo partiti con calma nelle prime due settimane per dare tempo ai ragazzi di riabituarsi al lavoro dopo l’estate, invece nella terza e nella quarta il lavoro è cambiato e diventato più pesante in sala pesi, ecco perché i ragazzi sono un po’ stanchi nella parte finale dell’allenamento, ma questo ci dà la possibilità di usare di più la testa. Quando le gambe rispondono meno è la testa a compensare. E tutto questo ci sarà utile più avanti quando gli avversari saranno quelli veri, quelli tosti».
Già martedì sera coach Soli è ripartito per il ritiro della Nazionale, ma prima di farlo si è coordinato al meglio con il suo staff che continuerà a lavorare il doppio per sopperire alla sua assenza.Globo Sora Salgado
«Il lavoro è quotidiano sotto tutti gli aspetti tecnico-tattici che ci siamo prestabiliti. Abbiamo pianificato quello fisico fino alla data dell’inizio del campionato e sarà sempre più importante e pesante fino alla fase di scarico a ridosso della prima giornata. Dal punto di vista tattico, invece, concetti molto semplici che i ragazzi continueranno a ripetere con coach Colucci per migliorarli sempre più e per crescere partendo dalle buone cose viste in amichevole, perché la qualità dei singoli giocatori c’è e quindi non resta altro che metterla tutta insieme attraverso un sistema di gioco allenato continuamente. Questi semplici concetti che gli atleti conoscono benissimo, perché ripetuti nei loro anni di esperienza pallavolistica, ci tengo che vengano fatti con concentrazione, attenzione e continuità, perché sono convinto che ci possano portare a buoni risultati come quelli contro una squadra di A1 quale è Latina. Bisogna avere l’ambizione di poter far bene contro tutti».
Ma come fa coach Soli a seguire la sua squadra da lontano? «Con un bel contratto all inclusive per il telefono! Sono in continuo contatto e quindi aggiornamento costante con Colucci e Bardi per quanto riguarda la parte fisica e tecnica, con tutti i ragazzi per avere le loro sensazioni, con Adi Lami per le dinamiche societarie e con lo scoutman Frasca per avere tutti i video e tutti i numeri. Ma, comunque, mi fido molto dello staff e dell’organizzazione che abbiamo messo in piedi: la società si sta rivelando molto ben organizzata in tutte le sue figure, con persone molto competenti in tutti gli ambiti, da quello logistico a quello fisico-medico, a quello tecnico-tattico, a quello comunicativo. Tutte persone molto preparate e ben disposte alla collaborazione, insomma l’ambiente ideale che sono certo si dimostrerà compatto anche più in là nel pieno della stagione quando cominceranno a pesare i punti».
Coach Soli tornerà a Sora tra quasi tre settimane e nel frattempo vivrà nuove esperienze importanti e utili per il suo ritorno sulla panchina volsca. «I prossimi impegni con la Nazionale sono due amichevoli con l’Azerbaigian e poi ci tufferemo in questo appuntamento Mondiale che tutti aspettano con ansia e lo faremo con un gruppo di esperienza e di buona qualità che sicuramente può fare bene. Gli occhi della pallavolo italiana saranno puntati tutti su di noi dopo quello che è accaduto ai ragazzi e che dispiace sicuramente, ma ora tocca a noi. La pallavolo italiana è ancora viva e ha qualità, ce l’hanno i ragazzi e ce l’abbiamo noi e ci teniamo a dimostrarlo». (Carla De Caris – Responsabile Ufficio Stampa Globo Banca Popolare del Frusinate Sora)

TOP VOLLEY LATINA – GLOBO BANCA POPOLARE DEL FRUSINATE SORA 0-3
TOP VOLLEY LATINA: Sottile 4, Rauwerdink 7, Rossi 5, Urnaut 20, Tailli 4, van de Voorde 4; Manià (L), Pellegrino, Caputo, Ferenciac, Semenzato ne, Alex ne. Allenatore: Blengini. B/V 4, B/S 6, muri 4, errori 13, attacco 44%.
GLOBO BANCA POPOLARE DEL FRUSINATE SORA: Hirsch 16, Paris 13, Salgado 7, Fabroni 1, Fiore 8, Sperandio 9; Santucci (L), Gaudieri (L), Bacca 3, Cittadino 3, Marzola, Cacciatore, Corsetti. Allenatore: Soli. B/V 5, B/S 13, muri 7, errori 19, attacco 52%.
Arbitri: Valeriani e Di Blasi.
Parziali: 23-25 (26′), 23-25 (29′), 19-25 (24′); (set aggiuntivo 27-25).

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni