Atuttapagina.it

Basket, contro Trapani arriva la prima vittoria di Veroli

Basket VeroliUn Veroli tutto cuore e grinta coglie la prima meritatissima vittoria della stagione. Partita di grande spessore per i ragazzi di coach D’Arcangeli e vittoria che dà morale, ottenuta per giunta al cospetto di una formazione quotata come Trapani. Il primo canestro della serata porta la firma del giovanissimo Alessandro Grande. Trapani sbatte per qualche minuto sulla difesa pensata da coach D’Arcangeli, poi però comincia a fare la partita nel momento in cui sale in cattedra Evans, autore di 8 punti che la spediscono sul 12-2 dopo sei minuti di gioco. D’Arcangeli, senza Bucarelli impegnato a Riga con la maglia della Stella Azzurra, spedisce sul parquet Savoldelli. Il ragazzino classe 1997 porta in dote ai giallorossi vivacità ed entusiasmo. Veroli trova un paio di canestri che la rimettono in partita, prima con lo stesso Savoldelli e poi con una tripla di Grande. Al primo mini riposo è 9-14. Lotta su ogni pallone la squadra di D’Arcangeli e lo fa con grande cuore e determinazione. Savoldelli appare imprendibile per la difesa siciliana, Trapani soffre le pene dell’inferno e Legion piazza la tripla che riporta la squadra di casa ad un possesso pesante (22-25 al 14′). I giallorossi ci credono e giocano con quell’intensità che impensierisce non poco la formazione di Lino Lardo. I siciliani vanno in evidente difficoltà sulle giocate a turno dei vari Grande, Legion e soprattutto Wojciechowski. La partita torna ad essere equilibrata (27-29 al 17′), ma Veroli ora viaggia sulle ali dell’entusiasmo e completa addirittura il sorpasso con una tripla di Grande (30-29 al 18′). Al riposo lungo Trapani è avanti di tre: 35-38. Al rientro in campo Wojciechowski e La Torre firmano il nuovo sorpasso (39-38), Trapani sbaglia anche l’impossibile in attacco ma Veroli non ne approfitta perché Legion si divora tre attacchi in fila. L’inerzia del match, però, è tutta dalla parte ciociara. Legion, gioco da tre punti, e Shaw, due liberi per fallo di Baldassarre, fissano il punteggio sul 44-41 al 25′. Trapani ha un sussulto d’orgoglio e prova a riscappare avanti (52-58). Un tecnico fischiato a coach Lardo – un solo tiro libero assegnato per le nuove regole Fiba e realizzato da Legion – e una tripla di La Torre tengono Veroli attaccata al match. All’ultimo mini riposo Trapani è ancora avanti di 4 lunghezze: 56-60. La grinta di Savoldelli e un paio di triple infilate da Shaw e Wojciechowski infiammano il pochissimo pubblico del palas (62-65 al 36′). Trapani seppur in difficoltà è squadra troppo esperta per capitolare. Due triple di Evans e Meini ricacciano Veroli a 9 pesantissime lunghezze di distanza (62-71 al 35′). Ma i giallorossi sono duri a morire e non ne vogliono sapere di mollare sul più bello (69-74 al 37′). Una tripla di Legion a 100 secondi dalla sirena finale fa intravedere di nuovo aria di sorpasso (76-77). Lardo chiama time out, Agostini, ds giallorosso, si fa espellere ma sul tecnico Evans sbaglia dalla lunetta. La successiva rimessa premia Veroli, che recupera palla e con il solito Legion compie il sorpasso (78-77) ad una manciata di secondi dalla fine. Trapani è in bambola, La Torre dalla lunetta per fallo di Evans è glaciale (80-77). Finisce 82-79 con Veroli in trionfo per questo meritatissimo successo. (Gianluca Bucci – Ufficio Stampa Basket Veroli)

BASKET VEROLI: Savoldelli 6, Grande 11, Guariglia ne, Forte ne, Legion 28, Radonjic, La Torre 10, Cacace, Da Campo ne, Cucci, Wojciechowski 16, Shaw 11. Allenatore: D’Arcangeli.
LIGHTHOUSE TRAPANI: Renzi 16, Meini 8, De Vincenzo ne, Baldassarre 7, Bossi 6, Urbani ne, Bray 6, Ferrero 14, Evans 18, Conti 4. Allenatore: Lardo.
Arbitri: Ciano, Bianchini, Tallon.
Parziali: 9-14, 35-38, 56-60, 82-79.
Spettatori: 400 circa.

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni