Atuttapagina.it

Basket, Veroli travolta da Verona al debutto (55-78)

Basket VeroliPartita per pochi intimi al palas, nonostante quello con Verona sia il debutto assoluto di Veroli davanti al suo pubblico. Forse la concomitanza d’orario con il match scudetto tra Juventus e Roma o forse un pizzico d’indifferenza verso questa nuova avventura frutto dell’accordo con la Stella Azzurra Roma hanno tramutato la prima di campionato sui legni di via Casaleno in poco più di un incontro amichevole. L’unica differenza i primi punti in palio di questa stagione.
Parte bene Veroli, che infila subito il canestro con Wojcechowski, tra i più attivi nei primissimi minuti di gioco. Verona dimostra subito di che pasta è fatta e piazza tre triple in fila che la portano dopo appena due minuti di gioco avanti di 7 lunghezze (2-9). Veroli prova a rimanere attaccata al match con i canestri pesanti del solito Wojcechowski e del giovanissimo La Torre (14-14 al 7′). Vola sulle ali dell’entusiasmo la formazione di D’Arcangeli, che trova con Legion addirittura la tripla del sorpasso (17-14). Al primo mini riposo è 20-18. Al rientro in campo è tutta un’altra storia. Verona stringe le maglie in difesa, Veroli fatica a trovare la strada del canestro e subisce gli attacchi in serie della Tezenis. Monroe è il vero mattatore per Verona, che scappa avanti (27-35 al 18′). A metà partita il punteggio del palas è una vera e propria sentenza per Veroli: 27-42. Al rientro dagli spogliatoi Veroli si scuote e prova l’impresa. La formazione di D’Arcangeli, trascinata dai canestri di Legion e Shaw, dimezza lo svantaggio in appena tre minuti di gioco (36-44). È solo un fuoco di paglia, però, perché Veroli commette tante ingenuità sia in attacco che in difesa, frutto dell’inesperienza a questi livelli di gran parte dei suoi giocatori. Verona riscappa avanti azzittendo anzitempo il pochissimo pubblico del palas (38-52 al 27′). All’ultimo mini riposo Verona è avanti di 20 lunghezze (41-61).
Gli ultimi dieci minuti sono pura e semplice accademia per la Tezenis, che controlla agevolmente la partita. Veroli ci prova, non dandosi mai per vinta e interpretando con la giusta intensità ogni situazione di gioco, anche con il risultato ormai segnato a proprio sfavore. Troppo evidente la differenza tecnica in campo tra le due formazioni. Finisce 55-78, ma oggettivamente non era questa la partita da portare a casa per Veroli. Domenica si va a Trieste contro un avversario sicuramente più abbordabile. (Ufficio Stampa Basket Veroli)

BASKET VEROLI: Grande 5, Guariglia ne, Forte ne, Legion 19, Radonijc ne, La Torre 6, Cucci 2, Cacace, Da Campo ne, Wojcechowski 9, Bucarelli, Shaw 14. Allenatore: D’Arcangeli.
TEZENIS VERONA: Umeh 9, Reati 8, Petronio, De Nicolao 9, Boscagin 8, Bartolozzi, Ndoja 5, Mazzantini 2, Gandini 6, Giuri 5, Monroe 26. Allenatore: Ramagli.
Arbitri: Di Toro, Pepponi e Saraceni.
Parziali: 20-18, 27-42, 41-61, 55-78.
Spettatori: 300 circa.

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni