Atuttapagina.it

Parco dei monti Aurunci, visita degli studenti europei insieme ai coetanei di Pontecorvo

Il Parco regionale dei Monti Aurunci ha ospitato oggi gli studenti dell’Istituto di Istruzione Superiore di Pontecorvo, accompagnati dalle professoresse Angelica Di Raimo, coordinatrice del progetto “Life gets better when you share” (La vita è migliore quando la condividi), e Lucia Moretta, e i loro coetanei europei: sette ragazzi norvegesi, sei francesi, nove tedeschi, con i loro rispettivi insegnanti.
La dottoressa Maria Stella Corona e il coordinatore logistico del progetto di educazione ambientale, Giampaolo Ialongo, hanno accolto la delegazione presso il centro studi e documentazione sulla storia e la cultura aurunca “Angelo De Santis”, nel centro storico del borgo di Formia.
Insieme a loro il referente dell’info point di Formia, Dino Bargellini, e i due guardiaparco Giuseppantonio Treglia e Antonio Masella.
Giuseppantonio Treglia, in particolare, ha illustrato il lavoro del parco, quindi la signora Rita Sepe del laboratorio artigianale dell’ente ha mostrato ai ragazzi la lavorazione della stramma.
Seguendo le sue indicazioni, gli studenti hanno realizzato un segnalibro di stramma, che metteranno nella valigia dei ricordi italiani.
Gli studenti hanno poi assistito ad un video sul patrimonio naturalistico e culturale dei monti Aurunci.
Rigorosamente targato “Aurunci” anche il pranzo, che gli studenti hanno fatto nel ristorante “Il Muntano d’Efisio”, sempre a Maranola, che si avvale del marchio del Parco degli Aurunci. Accolti dalle zampogne, i ragazzi hanno potuto degustare prodotti tipici e tuffarsi in antichi sapori d’Italia e del territorio aurunco in particolare.
«Siamo soddisfatti di poter ospitare gli studenti di Pontecorvo insieme a studenti europei, perché riteniamo che il compito del Parco sia anche quello di diffondere la conoscenza del patrimonio naturalistico e culturale che salvaguarda tutti i giorni. Ringrazio gli uffici per l’entusiasmo con cui hanno accolto l’iniziativa», ha affermato Michele Moschetta, il commissario straordinario del Parco regionale dei Monti Aurunci.
Solamente l’anno scorso il Parco dei Monti Aurunci ha accolto oltre cinquemila bambini e ragazzi nei suoi musei e laboratori.
L’integrazione nella natura, un’esperienza unica per i ragazzi di Pontecorvo: Saman Moadeli, Benedetto Caucci, Marianna Vanno, Marta Paliotta, Fabiana Franco, Edoardo Coppola, Roberto De Mitri e Matteo Meleo. Gli stessi alunni, insieme ai loro professori Di Raimo, Roscia, Recchia e Mazzetti, e ad altri alunni, Simone Tolla, Giancarlo Rega, Alessandro Cavallo, Anastasia Toti, Maria Annunziata Mariorenzi, Bruno Coppotelli, Nora Filippo, Marcella Frencucci, Pierfrancesco Lisi, Matteo Spiriti, Michela Ripa, Alessia Roscia, Valentina Rega, Roberto Talpa, Giada Gerardi, in questi giorni stanno ospitando nelle loro case i ragazzi europei.

Parco monti Aurunci

Parco monti Aurunci1

Parco monti Aurunci2

Parco monti Aurunci3

Parco monti Aurunci4

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni