Atuttapagina.it

Denunciati per ricettazione due campani a Cassino e Frosinone

PoliziaDue uomini denunciati per ricettazione in due distinte operazioni della Polizia. Alle prime ore della mattinata di ieri una pattuglia della Sottosezione di Cassino della Polizia Stradale ha intimato l’alt ad una Fiat 500 che percorreva a velocità sostenuta lungo la carreggiata sud dell’A1 all’altezza dello svincolo per San Vittore.
Dopo aver fermato il veicolo all’interno di una piazzola di sosta, durante il controllo gli agenti hanno notato che il conducente mostrava un atteggiamento nervoso, tanto da non riuscire a ricordare chi fosse il proprietario dell’auto.
Questa circostanza insospettiva gli uomini della Stradale, che hanno approfondito le verifiche accertando che l’uomo, un 48enne napoletano, non aveva mai conseguito la patente di guida; l’ispezione del veicolo ha, poi, consentito di rilevare che la chiave inserita nel cruscotto risultava difforme da quella originariamente fornita dalla casa costruttrice.
La situazione veniva definitivamente chiarita quando è stato controllato il vano motore, all’interno del quale risultava installata una centralina alterata idonea alla messa in moto forzata del veicolo senza l’utilizzo della chiave autentica.
Dai primi riscontri è emerso, infatti, che la Fiat 500 era stata rubata durante la notte a Roma e, pertanto, la persona fermata è stata denunciata a piede libero per ricettazione dell’auto e per guida senza patente.
E’ stata, quindi, sequestrata la centralina e la chiave falsa, mentre il veicolo è stato restituito al legittimo proprietario.
Nelle stesse ore la pattuglia della Sottosezione di Frosinone ha proceduto al controllo di un furgone che era in transito sulla carreggiata sud dell’A1 nel tratto compreso tra Frosinone e Ceprano.
Al termine della verifica dei documenti di circolazione, gli agenti hanno eseguito anche un’accurata ispezione del veicolo, all’interno del quale, occultati nel bagagliaio, sono stati scoperti diversi attrezzi da cantiere, tra i quali martelli pneumatici, motoseghe, trapani, miscelatori ed una bicicletta.
Il conducente del furgone, un 46enne originario della provincia di Caserta ma residente a Carrara, non ha saputo giustificare la provenienza del materiale trasportato, il cui valore complessivo è stato stimato in circa 3.000 euro.
Gli accertamenti hanno consentito di verificare che alcuni degli attrezzi rinvenuti provenivano da un furto commesso la settimana scorsa presso un’abitazione di La Spezia, dove erano in corso lavori di ristrutturazione a cura di una ditta edile del lodigiano.
L’uomo è stato denunciato in stato di libertà per il reato di ricettazione, mentre proseguono le indagini per risalire alla provenienza dei rimanenti oggetti sottoposti a sequestro.

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni