Atuttapagina.it

Ferentino, associazione Civis notifica diffida al Comune per le perdite economiche delle farmacie

FarmaciaL’Associazione CIVIS ha notificato al sindaco del Comune di Ferentino Antonio Pompeo una diffida che ha per oggetto la questione del dissesto economico e finanziario della società partecipata che gestisce le farmacie comunali.
Infatti, negli ultimi cinque anni la società Farmacie srl, della quale è proprietario per il 51% il Comune di Ferentino, ha accumulato pesantissime perdite di esercizio, con una esposizione debitoria che nel 2013 ha superato i 3,5 milioni di euro.
Debiti e perdite che ricadono sulle casse del Comune di Ferentino e, quindi, sulle tasche di tutti i cittadini: su ogni residente, neonati compresi, grava un costo di 50 euro all’anno per effetto della negativa gestione delle  farmacie comunali.
L’amministrazione comunale nei confronti di questa situazione ha avuto un atteggiamento ondivago e contraddittorio, culminato con la proposta di procedere ad una ricapitalizzazione per ripianare le perdite – e quindi con un ulteriore onere per il Comune e la collettività – e di cessione delle quote al socio privato senza gara pubblica; entrambe le iniziative violerebbero la vigente normativa in materia di società partecipate, normativa che impone ai Comuni di ridurre i costi ed evitare ulteriori esborsi e perdite per l’erario.
Inoltre, nessuna misura l’amministrazione comunale ha inteso intraprendere nei confronti degli amministratori della società, per verificare la loro responsabilità per il dissesto economico dell’azienda e richiedere i danni e neppure per individuare e sanzionare coloro i quali all’interno del Comune hanno omesso i dovuti controlli ed interventi per evitare il verificarsi del crack finanziario.
Pertanto, l’associazione CIVIS ha notificato una formale diffida al sindaco di Ferentino, quale rappresentante dell’amministrazione, con la quale si intima di procedere entro trenta giorni alle azioni nei confronti dei responsabili del dissesto della società partecipata Farmacie Ferentino srl, nonché ad evitare ogni provvedimento o intervento che possa causare ulteriore danno e pregiudizio alle già esangui casse comunali.
Se il Comune di Ferentino non adempirà alla diffida, CIVIS è determinata a richiedere l’intervento del Prefetto e della Corte dei Conti. (Comunicato Stampa CIVIS Ferentino)

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni