Atuttapagina.it

Frosinone da sogno, è Stirpe il regista del progetto giallazzurro

Stirpe Ciofani LisiIl percorso che ha portato il Frosinone fino al primo posto nella classifica di Serie B ha un inizio ben preciso. Era il 2 luglio 2013 e il presidente Maurizio Stirpe attraversò il sottopassaggio del Matusa e uscì sul campo, dove lo attendeva Daniel Ciofani. Sulla tribuna erano presenti circa 200 tifosi, cifra lontanissima dai quasi duemila sostenitori che hanno accolto i giocatori di ritorno dal derby vinto contro il Latina qualche settimana fa. Il Frosinone era allora reduce dall’amara retrocessione di due anni prima, da una prima stagione deludente e da una seconda appena sufficiente. Era, quello dei primi due anni post retrocessione, il periodo con minore entusiasmo nell’ambiente da almeno una decina di stagioni. E pure lo stesso Stirpe aveva vissuto la discesa in Lega Pro e i primi due campionati in Prima Divisione non con la solita partecipazione degli anni precedenti.Maurizio Stirpe Chicco Martina Terrinoni
Quel 2 luglio 2013, però, Stirpe aveva un sorriso solare quando calcò il verde campo del Matusa. Al suo fianco c’era un giocatore che rappresentava un autentico botto di mercato e l’impressione quel giorno fu che al presidente era tornata la voglia di appassionarsi e seguire in prima persona il Frosinone.
E così è stato. Nelle ultime due sessioni estive del calciomercato il patron giallazzurro non ha fatto mancare investimenti importanti, compiendo sacrifici economici degni di una big. Il presidente ha anche blindato i pezzi pregiati dell’argenteria frusinate, confermando tutti i talenti giallazzurri. Con una serie di operazioni il numero uno del club è riuscito a (ri)trasmettere alla piazza quell’entusiasmo che lui stesso aveva ritrovato. Oggi Maurizio Stirpe è conosciuto nell’Italia calcistica – e non solo in quella – come un imprenditore lungimirante, appassionato e dal fiuto infallibile. Un presidente capace di portare il piccolo Frosinone in cima alla classifica di Serie B. Scusate se è poco.

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni