Atuttapagina.it

Globo Sora, Soli: complimenti ai miei ragazzi

Globo Sora Fabio Soli Claudia Di LolloLa Globo Banca Popolare del Frusinate Sora ha aperto una nuova settimana lavorativa.
Dopo il lunedì di riposo dalle fatiche del match casalingo contro la Maury’s Italiana Assicurazioni Tuscania vinto per 3-1, coach Soli e i suoi ragazzi voltano pagina cominciando a prepararsi mentalmente e fisicamente alla prossima sfida. E se la settimana lavorativa procederà con la solita routine tra palestra pesi Sportfly al mattino e PalaGlobo “Luca Polsinelli” al pomeriggio, sabato un lungo viaggio attende lo staff e gli atleti dell’Argos Volley, che attraverseranno l’Italia per tornare a Cantù, dove domenica alle 18 affronteranno i padroni di casa della Cassa Rurale.
A due giorni dalla gara con Tuscania coach Fabio Soli non ha cambiato le sensazioni avvertite a fine gara. Anzi, le ha fatte diventare idee e certezze dalle quali proseguire la messa in posa dei mattoncini che formeranno la strada che Sora percorrerà.Globo Sora Fabio Soli
«A due giorni dalla gara le sensazioni sono meno calde, però sono le stesse – conferma con determinazione la guida tecnica sorana -. Siamo entrati nel match con poca attenzione e cattiveria e i risultati di questo campionato continuano a dimostrarci che partire piano contro chiunque porta molta sfortuna. O meglio, non è l’approccio giusto per arrivare a risultati concreti. Quindi, anche da questa gara abbiamo imparato che dobbiamo per forza imporci di partire con un piglio diverso e con una attenzione maggiore in tutti i reparti, soprattutto quando ci troviamo di fronte un avversario che fa le cose che più o meno abbiamo preparato in settimana. Perciò mi aspetto che d’ora in poi i ragazzi affrontino il match da subito con più attenzione. Dal punto di vista tecnico non è stata sicuramente una bella partita, non abbiamo espresso una bellissima pallavolo. Un po’ in tutti i reparti dobbiamo fare quel salto di qualità che ci possa permettere di competere ad alto livello, perché gli obiettivi di questa squadra sono indubbiamente quelli di poter stare in alto e per farlo dobbiamo lavorare con grande umiltà, coscienti appunto del fatto che bisogna migliorare. Commettiamo ancora tanti errori in battuta e in attacco quando invece con squadre come Tuscania non è necessario. Anzi, bisogna avere grande fiducia nel nostro muro-difesa per far in modo che a sua volta il nostro muro-difesa acquisisca quella fiducia che potrà essere fondamentale contro squadre come Vibo Valentia, Corigliano, Ortona: insomma, tutte quelle che sono in alto nel nostro campionato. D’altro canto sono contento e soddisfatto di come siamo stati capaci di soffrire, perché a metà del secondo set ce la siamo vista veramente brutta. Io personalmente non nego di aver avuto la sensazione di essere a rischio, ma devo fare i complimenti ai ragazzi perché insieme siamo venuti fuori da un buco molto stretto e questa è una cosa che fa crescere più in fretta. Questa reazione è molto importante e va sottolineata: abbiamo sofferto, abbiamo giocato, abbiamo migliorato il nostro livello di attenzione e questo ci ha permesso di vincere contro Tuscania che è una squadra che fino all’ultimo non ha mollato. Per cui complimenti al nostro avversario che ha tenuto testa, ma complimenti soprattutto ai miei uomini perché hanno guadagnato tre punti importanti che sembravano scontati ma che invece c’eravamo detti prima della gara che non lo sarebbero stati e infatti è andata così, ma siamo stati bravi ad andare a prenderli». (Carla De Caris – Responsabile Ufficio Stampa Globo Banca Popolare del Frusinate Sora)

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni