Atuttapagina.it

I giovani del Frosinone, forza del presente e investimento per il futuro

Paganini Gucher Federico CasinelliUna squadra bella e vincente, che sta meritatamente attirando l’attenzione di tutti gli appassionati di calcio di ogni latitudine. Questo è il Frosinone, frutto del lavoro e della programmazione di una società che può essere considerata esempio da imitare per moltissimi club italiani.
Una programmazione che punta sul presente, ma che getta anche uno sguardo al futuro. Il Frosinone che vince e convince è una formazione ricca di giovani e non si tratta di attori non protagonisti come nelle ultimissime apparizioni in Serie B prima della retrocessione nel 2011. Oggi i giovani giallazzurri sono figure importanti nella squadra di Stellone. Nella formazione titolare sono quattro gli under 23, che diventano cinque quando viene impiegato Pigliacelli. Quasi il 50% di elementi con un’età ben al di sotto della media: questo significa programmare e garantirsi un futuro anche negli anni a seguire.Paganini Gori Federico Casinelli
C’è un reparto, in particolare, nel quale la “linea verde” è predominante: il centrocampo. Paganini, Gori e Gucher compongono tre quarti di un settore formato da elementi la cui carriera è iniziata da poco. E poi c’è lo straordinario Crivello che, mettendo insieme una serie incredibile di ottime partite, è diventato un giocatore insostituibile di questo Frosinone.
Con loro e con gli altri – non vanno dimenticati Bertoncini e Altobelli, tanto per fare altri due nomi – la società ha dimostrato di saper guardare lontano. E si potrebbe fare addirittura meglio, tornando a credere nello scouting dei giovani talenti stranieri. (Gabriele Margani)

Foto di Federico Casinelli

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni