Atuttapagina.it

Il duro attacco di Ottaviani: l’amministrazione va gestita nell’interesse dei cittadini

Ottaviani Lisi«E’ inconcepibile ipotizzare di bocciare delibere che la città attende da quaranta anni, come il nuovo stadio o la piazza al quartiere Scalo e a quello di Madonna della Neve, per rivendicazioni sugli Assessorati, che dovrebbero rientrare nella normale, anche se serrata, dialettica interna di maggioranza. Se poi si decide di far pagare al Comune di Frosinone la somma di 2.300.000 euro per espropri sbagliati dalla precedente amministrazione, a fronte di un possibile risparmio di 800.000 euro per le casse comunali, allora la follia della politica rischia di cancellare la lucidità dell’amministrazione, che dovrebbe essere gestita solo ed esclusivamente nell’interesse dei cittadini. La dichiarazione di dissesto lascerebbe il Comune di Frosinone per dieci anni in balìa di tasse ai massimi livelli, oltre a bloccare gli investimenti e i lavori pubblici per molto tempo», è il duro attacco del sindaco di Frosinone Nicola Ottaviani dopo la mancata approvazione di alcune delibere nella seduta di Consiglio comunale di ieri sera. «Se questa è la politica, allora credo che possa interessarmi davvero poco. Grazie a Dio nella vita professionale mi occupo di dare risposte concrete rispetto a problemi reali, senza la necessità di prebende e poltrone».

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni