Atuttapagina.it

Il treno a vapore sulla Avezzano-Roccasecca, una giornata da ricordare

Treno a vaporeSarà sicuramente una giornata da ricordare quella del 16 novembre per gli abitanti della Valle Roveto e della Media Valle del Liri, che dopo dodici anni hanno potuto vedere passare sui loro binari un treno d’epoca trainato da una locomotiva a vapore.
L’evento a coronamento dell’azione a difesa della linea a cui il Comitato “Salviamo la Ferrovia Avezzano Roccasecca” ha profuso oltre un anno di energia e di impegno.
Lo stesso Comitato ringrazia gli onorevoli Stefania Pezzopane, presente a bordo del treno per tutto il viaggio, Francesco Aracri e Nazzareno Pilozzi.
Per il Comitato Salviamo la Ferrovia Avezzano Roccasecca, che ha curato e gestito l’organizzazione della manifestazione, la soddisfazione di aver visto in ogni stazione moltissima gente festante, attirata dalla potente Gr 640.148 del Deposito Rotabili Storici di Pistoia, e la gioia sui volti di chi ha avuto la fortuna di poter viaggiare a bordo del treno: tutto questo ha ripagato tutti gli sforzi profusi affinché l’intero evento si svolgesse nel migliore dei modi.
Il ringraziamento va a tutti coloro che hanno accolto l’invito del Comitato a festeggiare l’arrivo del treno: ai sindaci ed alle amministrazioni comunali, quasi tutti presenti sui marciapiedi delle stazioni delle loro città con le insegne cittadine – «e ci rammarichiamo di dover scrivere quel “quasi”», spiega il Comitato -, alle Associazioni ed alle Pro Loco, che hanno curato materialmente l’accoglienza con il pranzo a Roccasecca, l’offerta di prodotti tipici o l’esibizione delle bande e dei cori musicali, ai complessi scolastici di Isola del Liri ed Arpino, che hanno attivamente coinvolto i bambini.
Un grazie particolare va alla Fondazione FS Italiane, alla quale è stata affidata la cura e la gestione di tutto il materiale storico appartenente al gruppo FS, al direttore Luigi Cantamessa, presente a bordo del treno, e a tutto il suo staff.
Dopo aver ottenuto la riapertura della ferrovia lo scorso 1 ottobre ed il ritorno del servizio passeggeri ordinario, il Comitato raggiunge un altro obiettivo tra quelli prefissati al momento della sua costituzione: la dimostrazione che la linea non solo deve garantire la mobilità di questa zona, e per questo occorre migliorare ancora di più il servizio, ma ha una sua valenza turistica, che non può non essere sfruttata. Soprattutto se, alla partenza del treno da ogni stazione, il pensiero di chi vedeva allontanarsi il treno è stato: «Ci sarà presto una prossima volta?».

Foto di Diamila Dorazio scattata presso Roccavivi, tra le stazioni di San Vincenzo Valle Roveto e Balsorano.

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni