Atuttapagina.it

La qualità della panchina tra i segreti del Frosinone

Carlini Federico CasinelliUno dei punti di forza del Frosinone di Stellone è la qualità del suo organico. Raramente in passato la squadra giallazzurra era stata così completa in tutta la sua rosa. Il Frosinone attuale non è competitivo solo nei titolari, ma lo è anche nelle cosiddette “riserve”. Vale l’esempio del capocannoniere dei leoni ciociari: Curiale con otto gol in questo campionato è stato finora una fantastica alternativa ai titolari Daniel Ciofani e Dionisi.
E forse sarebbe anche ingiusto chiamare “alternative” elementi che sarebbero titolari in una buona metà delle squadre di Serie B. Basti pensare alla qualità e alla quantità di soluzioni nel settore centrale di difesa, dove Schiavi, Blanchard, Russo e Bertoncini possono essere facilmente sostituiti l’uno con l’altro senza che il potenziale del Frosinone ne risenta. Oppure il ruolo del portiere, con Pigliacelli che ha dimostrato di essere un possibile titolare esattamente come Zappino. Per non parlare di capitan Frara, uno dei pilastri della scorsa stagione che per il momento sta arricchendo di qualità la panchina del Frosinone. E, per finire, c’è pure Carlini: un jolly pronto ad entrare immediatamente nella partita quando viene chiamato in causa.
Questo pomeriggio a Carpi Stellone sa di poter fare affidamento ancora una volta su delle “seconde linee” di assoluto valore. E non è un caso se spesso il Frosinone riesca a risolvere le partite nel secondo tempo.

Foto di Federico Casinelli

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni