Atuttapagina.it

Bilancio Lazio, via libera al Documento di economia e finanza per il prossimo triennio

Mauro BuschiniLa commissione Bilancio del Consiglio regionale, presieduta da Mauro Buschini, ha dato parere favorevole, a maggioranza e con diversi emendamenti, al Documento di economia e finanza regionale 2015-2017 (Defr). Dopo il via libera la commissione ha stabilito a maggioranza di rinviare all’Aula la legge di stabilità e il bilancio con tutti gli emendamenti depositati in commissione. La conferenza dei capigruppo ha già stabilito la convocazione del Consiglio per domani (lunedì) alle 12.
«La discussione è stata molto utile, a partire dall’audizione degli assessori e dei dirigenti regionali», ha dichiarato il presidente Buschini a conclusione dei lavori. «Abbiamo avuto uno spaccato chiarissimo di quello che è accaduto nel corso del 2014. Il giudizio non può che essere positivo per una Regione che sta mettendo a posto i suoi conti. L’aver approvato il Defr in commissione, emendato, è stato molto utile per quello che deve avvenire: scendono le spese e i costi del Consiglio regionale, la Regione onora i suoi impegni pregressi con prospettive importanti per il futuro, a partire dalla sanità, e per gli investimenti a favore delle Pmi. Due provvedimenti vengono rinviati all’Aula per motivi di tempo – ha concluso Buschini -, rimandiamo tutto a quella discussione che potrà essere molto proficua».
Il Documento di programmazione economica e finanziaria regionale 2015 descrive «la complessa architettura all’interno della quale ha preso corpo l’azione politica regionale e che proseguirà fino alla fine del mandato per sciogliere tutti quei nodi che vincolano lo sviluppo e il progresso della nostra regione», come si legge nella presentazione sottoscritta dallo stesso presidente Nicola Zingaretti. Nelle 175 pagine del Defr, che è propedeutico alla manovra di bilancio al pari dell’analogo documento di programmazione nazionale (Def), sono analizzati l’azione del governo regionale dall’avvio dell’attuale legislatura, il profilo congiunturale regionale alla base delle previsioni economiche di crescita per il triennio a venire, gli obiettivi strategici e gli strumenti di politica regionale in campo economico, sociale e territoriale.
Una parte è dedicata all’analisi della finanza regionale, da cui si evince la progressiva riduzione dell’indebitamento, grazie alla terza e quarta tranche derivante dalle anticipazioni di liquidità ottenute dallo Stato per il pagamento dei debiti pregressi verso i fornitori.

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni