Atuttapagina.it

Cisl: come tutelare i lavoratori esodati

Cgil Cisl Uil San Giovanni«I lavoratori per i quali le imprese abbiano stipulato in sede governativa, entro il 31 dicembre 2011, accordi finalizzati alla gestione delle eccedenze occupazionali con utilizzo di ammortizzatori sociali, cassa integrazione e mobilità potrebbero rientrare nella casistica prevista dalla legge sulle nuove disposizioni in materia di salvaguardia pensionistica». Lo comunica la Cisl di Frosinone.
Tale norma può essere applicata se durante il periodo di fruizione della mobilità il lavoratore matura il requisito alla pensione con le norme della Legge pre Fornero.
Per la provincia di Frosinone potrebbero essere interessati, ad esempio, i lavoratori della Videocon e della Klopman, solo per citarne alcuni. «La Cisl ha lottato molto e continuerà ogni giorno per chiedere al Governo di provvedere a tutelare i residui 100.000 lavoratori che ancora non vedono la luce in fondo al tunnel e continueremo la nostra azione contro la riforma Fornero, che giudichiamo iniqua, vessatoria e, quindi, da cambiare radicalmente», afferma Pietro Maceroni, segretario generale della Cisl di Frosinone.
«Pertanto lo ribadiamo – conclude Maceroni – invitiamo i lavoratori presso le nostre sedi nel Patronato Inas di Frosinone, Anagni, Cassino, Sora e Pontecorvo per la verifica dei requisiti contenuti nella documentazione che il lavoratore dovrà portare con sé e che si compone di tutti gli accordi sindacali, accordo di messa in mobilità, lettera di licenziamento e i documenti di riconoscimento».

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni