Atuttapagina.it

Da Ceccano a Parigi, la Ciociaria che eccelle: dieci minuti di applausi per il coro Josquin Des Pres

Concentus Musicus Fabraternus Josquin Des PresQuasi dieci minuti di applausi hanno salutato il concerto del coro Josquin Des Pres a Parigi nella chiesa di Santa Isabella a Neuilly, nella giornata di ieri. Il coro ha presentato in prima mondiale assoluta tre brani originali scritti per il XXV di fondazione della formazione diretta da Mauro Gizzi, il Veni Creator di Antonio D’Antò, il Nunc Dimittis di Luca Salvadori e il Magnificat di Sandro Di Stefano, oltre al Credo e all’Agnus Dei della Harmonie Messe di Franz Joseph Haydn. Il pubblico ha gradito moltissimo il programma presentato dal coro italiano: il maestro Gizzi è stato subissato d’applausi, come pure il compositore Sandro Di Stefano, presente al concerto e salutato con una vera e propria ovazione dal pubblico che aveva riempito ogni spazio della chiesa parigina. Le voci soliste sono state quelle di Vittoria D’Annibale, Cinzia Cristofanilli e Mariagrazia Molinari, soprani, Fabiola Mastrogiacomo, mezzosoprano, Enrico Talocco, tenore, Alessandro Della Morte, basso. L’accompagnamento è stato affidato ad Alessandra Maura all’organo e a Chiara Olmetti al pianoforte, con la direzione concertante di Mauro Gizzi. Un altro successo per il Concentus Musicus Fabraternus Josquin Des Pres, che darà avvio il 26 dicembre alle celebrazioni per il XXV di fondazione e che oggi conta quasi 70 musicisti. L’associazione musicale, che conta ormai nel suo curriculum oltre 700 concerti, ha sede a Ceccano ma annovera tra le sue fila strumentisti e cantanti provenienti da Frosinone, Alatri, Veroli, Monte San Giovanni Campano, Pofi, Ripi, Ceprano, Villa Santo Stefano, Supino, Patrica, Ferentino, a rappresentare molto più che degnamente la provincia di Frosinone.

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni