Atuttapagina.it

Entusiasmo Globo Sora, coach Soli: Daniel Bacca è stato bravissimo

Globo Sora Daniel Bacca Claudia Di LolloLa Globo Banca Popolare del Frusinate Sora mette a segno un tris di vittorie pesanti, quelle che portano punti buoni in classifica e che parlano da sole considerando il valore degli avversari.
Domenica al PalaGlobo “Luca Polsinelli” ad arrendersi alla supremazia di Fabroni e compagni sono stati i ragazzi della Materdomini.it Castellana Grotte e a parlare di quello che è stato e quello che sarà, al termine del match, è stato coach Fabio Soli.
La guida tecnica sorana è davvero contenta e soddisfatta di tutto quello che hanno messo in campo i suoi ragazzi, con una nota di merito ovviamente per lo schiacciatore Daniel Bacca, schierato per la prima volta titolare a coprire la defezione di Alessio Fiore, tenuto precauzionalmente a riposo per un leggero fastidio in attesa di valutazione medica: «Devo assolutamente rivolgere i miei complimenti a Daniel Bacca, che ha disputato una gara di alto livello. Per un ragazzo che non ha mai calpestato questi parquet presentarsi in campo in una partita non semplice, dove il risultato non rispecchia a pieno i valori della squadra che abbiamo affrontato, non è facile. Daniel invece è stato bravissimo: è entrato in campo, si è messo a disposizione della squadra in un sistema di ricezione dove era protagonista e sapeva che lo avrebbero bersagliato, ma si è comportato molto bene. Non ha avuto dei grandi numeri in attacco, ma ha saputo rispondere alla grande mettendo in pratica tutto ciò che gli avevo chiesto; ha sofferto, ha ricevuto bene, si è preso le competenze, a muro ha fatto il suo composto e ha difeso molto bene. Questo è stato il segreto della vittoria soprattutto nei primi due set dove abbiamo murato, toccato e difeso tantissimo, che poi è quello che ci è mancato nell’ultimo. Sono molto contento della prestazione dei miei ragazzi, perché secondo me in questo campionato quello che fa la differenza è sì il cambio palla e l’attacco, ma soprattutto tutti quei fondamentali un po’ nascosti come il muro, la difesa, le coperture, gli appoggi, è quello il sintomo di una squadra che sta bene, che ci crede e che comincia ad acquisire consapevolezza. Perciò devo fare davvero i complimenti a tutti loro che hanno portato a casa una partita che agli occhi di tutti sembrava semplice, ma in realtà non lo era».
«Siamo già in attesa della trasferta con la prima della classe – continua coach Soli -, quella Ortona che sta esprimendo una pallavolo più che buona. Nel roster hanno individualità importanti, tutti conoscono lo schiacciatore Alberto Cisolla, ma anche l’opposto Michalovic è un terminale offensivo importante: non a caso è il miglior realizzatore del campionato. Questa trasferta sarà l’ennesima prova che ci attende per poter dimostrare di poter competere ad alto livello. Se vogliamo avere l’ambizione di stare là in alto dobbiamo passare attraverso partite di questo tipo. Sono curioso di incontrare Ortona perché sarà una gara vera, dura e per la quale dobbiamo prepararci al meglio». (Carla De Caris – Responsabile Ufficio Stampa Globo Banca Popolare del Frusinate Sora)

 

Foto di Claudia Di Lollo

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni