Atuttapagina.it

Fmc Ferentino, adesso sognare non è più vietato

Fmc Ferentino GhersettiLa sfuriata del patron Vittorio Ficchi sembra davvero essere stata utile. Quando, all’indomani della sconfitta contro Jesi, il numero uno della FMC Ferentino attaccò duramente la squadra, sembrava che si fosse giunti a un bivio. O la FMC avrebbe continuato a barcamenarsi tra alti e bassi come nelle prime sei giornate di campionato oppure si sarebbe scossa con le dure parole di Ficchi e avrebbe finalmente preso a vincere con continuità, come era nei programmi della società e nelle aspettative dei tifosi. Il patron amaranto fu durissimo in quella occasione, con un’intervista registrata che scosse tutto l’ambiente. «Alla squadra chiedo rispetto», intimò il presidente.
La reazione della FMC Ferentino fu di intraprendere la strada della vittoria in quel famoso bivio. Da allora sono arrivati, infatti, cinque successi in fila contro Torino (78-65), Casalpusterlengo (63-58), Brescia (74-71), Forlì (71-64) e, infine, nel derby contro Veroli (90-78). Gramenzi ha trovato il suo quintetto e il rendimento di alcuni giocatori è migliorato nettamente. Di tutto ciò ne ha beneficiato la classifica, con la squadra salita in fretta dalle retrovie fino al terzo posto a soli quattro punti dalla capolista Verona.
Ferentino è stata costruita per tentare la prima storica promozione in Serie A1 e il roster è di quelli adatti ad un campionato di vertice. La quadratura del cerchio sembra ora essere stata trovata e l’entusiasmo in città sta crescendo di settimana in settimana. A questo punto sognare non è più un tabù.

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni