Atuttapagina.it

FMC Ferentino sconfitta a testa alta dalla capolista Verona

La FCM Ferentino gioca alla pari contro la capolista Tezenis Verona e solo nell’ultimo quarto si arrende agli ospiti, venendo battuta per 91-94.
Quintetti iniziali con Starks, Bucci, Ghersetti, Biligha e Thomas per la FMC; Umeh, De Nicolao, Boscagin, Ndoja e Monroe per Verona. Possesso iniziale alla FMC, che va subito a segno con Thomas e scatena il lancio di peluche per l’iniziativa Teddy Bear Toss. Oltre 250 gli orsacchiotti di ogni forma e dimensione lanciati dagli spalti del Ponte Grande, che nei primi giorni del 2015 saranno consegnati dai giocatori stessi della FMC Ferentino e dallo staff dirigenziale ai bambini del reparto pediatria dell’ospedale “Fabrizio Spaziani” di Frosinone. La gara riprende e arriva subito il primo canestro per i veronesi, con Umeh che non sbaglia la tripla. Gara subito dai ritmi intensi e dalle difese molto dure e aggressive. Primo break di rilievo a metà frazione con la FMC sul 12-6 grazie ai canestri di Starks, Ghersetti e Biligha. Coach Ramagli è costretto al timeout, dal quale però non arrivano buone notizie per gli ospiti che raccolgono il peggior passivo di tutta la gara con un canestro di Ghersetti a 3′ dalla fine del periodo sul 19-8 per la FMC (+11). Due triple (Ndoja e Umeh) e i canestri di De Nicolao, però, riportano prima della sirena di fine quarto la situazione in totale equilibrio con il punteggio di 21-21.
Torna in vantaggio in apertura di secondo quarto la Tezenis con Umeh, ma la FMC ribalta subito il punteggio con Biligha e Pierich. C’è equilibrio come era nelle previsioni e le due squadre non si risparmiano in alcun fondamentale. A metà periodo appena un punto divide le due squadre (30-29 per i gigliati). Si susseguono parecchi errori, da una parte e dall’altra, con Ghersetti e Starks da un lato, Monroe e Umeh dall’altra che fissano il risultato sul 37-36 per la FMC prima del rientro negli spogliatoi.
Si torna in campo con la stessa intensità e lo stesso ritmo dei primi 20′ di gioco. Ferentino aumenta la propria pressione difensiva, ma non riesce a trovare il break tale da consentirgli di gestire la gara e imporre così il proprio gioco. Inizia a pesare anche la situazione falli, specie per la FMC, con il reparto lunghi appesantito dai tanti fischi arbitrali. Starks, Thomas e Ghersetti tengono costantemente in vantaggio i ciociari, che a metà frazione sono sul +5 (53-48) con 4’34” da giocare. Verona si affida molto alle conclusioni dalla lunetta, mentre la FMC riesce ad aumentare il proprio gap di vantaggio fino al +9 di Bucci che segna il canestro del 60-51 a 1’42” dalla sirena. Un canestro di Gandini e due triple dell’ex Giuri, nonostante i canestri di Allodi e Bucci, tengono in corsa la Tezenis, che chiude la terza frazione con un ritardo di appena cinque lunghezze.
Ancora a segno Giuri in apertura di ultima frazione, poi una tripla di Starks e Pierich riportano la FMC sul +8 (69-61). Sembra la svolta della gara e invece no. Gandini prima, poi De Nicolao, qualche errore di troppo dell’attacco amaranto e poi ancora Giuri e i liberi di Umeh consentono a Verona di piazzare il parziale di 15-2 e riportare avanti la Tezenis sul 71-76 a 3’32” dalla fine. Di mezzo anche un fallo antisportivo di Thomas su Giuri, che innervosisce l’americano e di fatto lo taglia fuori dalla gara (4 falli). E’ una gara dai mille volti, dove però ci sono anche tantissimi liberi per Verona, che chiuderà con 42 tentativi contro gli appena 20 dei ciociari. Dopo il -8 (73-81) con 3′ da giocare, Starks e Biligha consentono agli amaranto di ridurre il gap di svantaggio. Poi inizia il fallo sistematico dei padroni di casa, che cercano di fermare il cronometro e recuperare così gli 8 punti che la Tezenis ha accumulato a poco più di 1′ dalla fine. I liberi di Starks, Biligha e la tripla da posizione impossibile di Bucci riapre a sorpresa la gara sull’84-87 con 54″ da giocare sfruttando la palla persa in precedenza di Umeh. Starks commette fallo su De Nicolao che fa 1/2 dalla lunetta (84-88). Reati commette fallo su Bucci, che non sbaglia dalla lunetta (86-88). Ferentino con 48″ da giocare potrebbe gestire, ma una comunicazione non arrivata a Bucci dai compagni perché troppo lontano dalla panchina – come ha chiarito in sala stampa Gramenzi – ha visto l’evolversi della gara con il fallo immediato di Bucci su Ndoja che dalla lunetta ha segnato i liberi dell’86-90. L’errore di Pierich al tiro e il successivo canestro di Ndoja con 25″ da giocare portano la FMC sotto di 6 punti (86-92). Al rientro dal timeout di coach Gramenzi ancora Bucci segna la tripla del -3 (89-92). Starks commette fallo su De Nicolao che non sbaglia dalla lunetta (89-94). Resta il tempo per una schiacciata di Biligha (91-94) e per l’ultimo applauso del pubblico amaranto alla FMC Ferentino, sconfitta a testa alta dalla capolista Verona con il punteggio finale di 91-94. Domenica prossima ultimo turno d’andata del torneo di A2 Gold con la trasferta di Trieste, sconfitta a Jesi 93-88. In palio c’è anche un posto nella Final Six di Coppa Italia. (Alessandro Andrelli – Addetto Stampa Basket Ferentino)

FMC FERENTINO: Guarino 5, Starks 17, Roffi Isabelli ne, Allodi 2, Bucci 14, Pierich 6, Ghersetti 17, Martino, Biligha 15, Thomas 15. Allenatore: Gramenzi.
TEZENIS VERONA: Umeh 20, Reati 5, Petronio ne, De Nicolao 16, Boscagin 5, Bartolozzi ne, Ndoja 14, Gandini 7, Giuri 10, Monroe 17. Allenatore: Ramagli.
Arbitri: Ciano di Vicopisano, Bartoli di Trieste, Cappello di Porto Empedocle.
Parziali: 21-21, (16-15) 37-36, (27-22) 64-59, (27-35) 91-94.
STATISTICHE – Ferentino: 26/67 dal campo, 5/14 da 3, 14/20 da tl, 29 rimb (10 Biligha), 18 as, 10 pp, 8 re, 91 val (23 Biligha); Verona: 26/53 dal campo, 32/42 da tl, 31 rimb (8 Monroe), 12 as, 17 pp, 5 re, 96 val (24 De Nicolao).

Fmc Ferentino

Fmc Ferentino1

Fmc Ferentino2

Fmc Ferentino3

Fmc Ferentino4

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni