Atuttapagina.it

Questo Frosinone è da play-off, ma Stellone scelga il portiere

Daniel Ciofani Martina TerrinoniCome capitato con il Livorno dopo la partita di Pescara, anche questa volta il Frosinone si è immediatamente rialzato dopo l’amara partita con la Ternana. E lo ha fatto nel modo migliore contro quella che è forse la squadra più forte della Serie B. I leoni ciociari sono scesi in campo a Bologna e hanno imposto il proprio ritmo, hanno spaventato la squadra favorita numero uno per la vittoria del campionato e alla fine sono usciti dal campo con tanto rammarico, lasciando al Bologna il sollievo per una sconfitta evitata di un soffio.
Il Frosinone riaffacciatosi quest’anno in B è bello e sfacciato. A parte qualche rara eccezione, è sempre sceso in campo mandando all’avversario un chiaro messaggio: «La partita la facciamo noi». Bello e sfacciato, come un outsider che va a guastare i piani delle favorite del campionato.
A questo punto continuare a mantenere un profilo basso ha ancora senso? Tra provare a raggiungere un obiettivo e doverlo centrare a tutti i costi ce ne passa. Oggi il Frosinone può avere la legittima ambizione di provare a tagliare il traguardo dei play-off. E’ il campionato a dirlo e continuare a spegnere gli entusiasmi è anacronistico, visto che siamo già arrivati alla diciottesima giornata, e fuori luogo tenuto conto della maggior parte delle prestazioni fornite dal Frosinone.Massimo Zappino1
A Stellone, però, si chiede una sola cosa. Decida definitivamente il portiere titolare del Frosinone. Come detto già qualche giorno fa (www.atuttapagina.it/2014/12/07/ancora-applausi-per-il-frosinone-ma-stellone-faccia-le-sue-scelte), il turnover per quanto riguarda quel particolare ruolo è un esercizio masochistico. L’allenatore non sta facendo il bene né di Zappino, né di Pigliacelli e soprattutto non lo sta facendo del Frosinone, anche se le sue intenzioni restano buone. Stellone ha finito per mettere in competizione i due estremi difensori, togliendo sicurezza ad entrambi. Il gol del definitivo 2-2 del Bologna sembra il frutto dell’errore di valutazione commesso dal tecnico nel portare avanti il turnover per i due portieri. Se Stellone ritiene Zappino più affidabile di Pigliacelli (o viceversa) porti avanti la sua decisione di fronte all’escluso, allo spogliatoio, alla società e alla piazza. L’allenatore giallazzurro ha finora dimostrato grande coraggio, non lo smarrisca per un ruolo così delicato. (Gabriele Margani)

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni