Atuttapagina.it

Il Graal e le sue eroine, conferenza a Cassino

GraalSabato prossimo prosegue e si conclude la terza parte del ciclo di conferenze “Il Medioevo e la Cerca del Graal”, proposto dall’Associazione Archeosofica e patrocinato dal Comune di Cassino, tenuto presso la Biblioteca Comunale alle 17 (ingresso gratuito). Questo quinto e ultimo incontro è dedicato alle “Eroine del Graal”.
Un’eroina è una donna di estremo coraggio e di grandi qualità, quali per esempio la nobiltà d’animo, l’ardore e la generosità. Il suo animo è pervaso anche da un grande spirito di giustizia e imparzialità, è una donna che combatte il male in ogni sua forma, capace di compiere imprese prodigiose per l’affermazione del bene, del vero e del giusto, a costo di rischiare la propria vita. L’Eroina del Graal esprime tutte queste caratteristiche combattendo per un Ideale di natura spirituale.
Della donna come Eroina del Graal nella storia non si è mai parlato apertamente; in diversi romanzi del ciclo graaliano, che partono dalla fine del XII secolo (1180) a metà del XIII secolo, non si parla mai della donna come ricercatrice ed eroina del Graal, ma come “ispiratrice” delle nobili gesta dei Cavalieri e come “Custode del Graal”. Ecco che in molti romanzi del Graal emerge una tematica nuova e importante: l’amore di una donna muove l’eroe alle sue imprese più nobili; si passa dalla donna ispiratrice di gesta eroiche terrene, alla donna ispiratrice di avventure celesti, cosa quasi incredibile per l’epoca. Non si tratta di una donna comune, ma di una donna reale e ideale al tempo stesso, che profuma di Cielo e ispira e spinge all’unione con l’Assoluto quell’uomo che trema d’amore al solo guardarla.
Nei tre testi graaliani più famosi, quali il “Perceval” o Conte du Graal scritto da Chretien de Troyes, il “Perceval” di Robert De Boron e il “Parzival” di Wolfram von Eschenbach, è una donna a porgere la Coppa all’eroe meritevole e degno o comunque è sempre presente una donna nella scena culminante, più intima, di premiazione dell’Eletto Cavaliere.
L’intento di questo incontro sarà di comprendere chi è un’Eroina e Dama del Graal, quale è il suo Ideale preciso, per chi e per cosa combatte ardentemente con prodezza e intelligenza, a chi dedica la sua vita. Si scoprirà che lungo il corso della storia l’Ideale di donna rappresentato dalle Dame del Graal, meravigliose e bellissime, descritte nei romanzi del Ciclo Bretone di Re Artù e dei suoi Cavalieri, si concretizza in vere e proprie Eroine del Graal come Giovanna D’Arco, Ildegarda di Bingen, Santa Caterina da Siena, Margherita Porete e Santa Lutgarda, vere amazzoni, ardenti detentrici di alte Rivelazioni.
L’appuntamento è per sabato 6 alle 17 presso la biblioteca comunale “Pietro Malatesta”, in via del Carmine a Cassino. Ingresso gratuito.

Medioevo e Graal

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni