Atuttapagina.it

Schioppo inaccessibile, Frosinone Bella e Brutta scrive a Ottaviani

Schioppo Cosa passeggiataLa cascata dello Schioppo, a poche decine di metri da piazzale De Matthaeis, nella parte bassa di Frosinone, resta inaccessibile al pubblico e al momento ancora non c’è chiarezza su quali particelle siano demaniali e quali private per studiare e programmare interventi e soluzioni per rendere fruibile la zona. E’ per questo motivo che l’associazione Frosinone Bella e Brutta attraverso il membro del direttivo Prisco Santoro, referente delle iniziative per la valorizzazione del Fiume Cosa, ha scritto al sindaco di Frosinone Nicola Ottaviani. Sono, infatti, passati sette mesi dalla manifestazione dell’11 maggio allo “Schioppo” che ha attirato migliaia di cittadini, organizzata dall’associazione Frosinone Bella e Brutta, insieme a Sei di Frosinone se, Zerotremilacento arti pubbliche relazionali, Pescatori Laziali, Vivere in salute, Adesso e Forming, per la riscoperta della cascata del Cosa. Inoltre, sei mesi fa ci fu un incontro delle medesime associazioni con il sindaco Ottaviani, l’ex vicesindaco Anastasio, il Disaster manager del Comune Ruggero Marazzi e i privati per fare chiarezza sull’accessibilità della zona e programmare percorsi di valorizzazione e riscoperta. Ad oggi, però, è ancora tutto fermo, con pesanti conseguenze come sottolinea il presidente di Frosinone Bella e Brutta Luciano Bracaglia: «La cascata dello Schioppo è rimasta anche fuori dall’app in realtà aumentata della via Francigena volta alla riqualificazione dei tesori artistici e paesaggistici del nostro territorio. Passammo una mattinata con l’ideatrice Patrizia Rotondi ed una troupe di universitari della Sapienza a fotografare la Cascata dello Schioppo, il Ponte Pio IX, la Stazione di pompaggio e la Fontana Bussi. Un prodotto simile, scaricato sugli smartphone e sui tablet di tutto il mondo, avrebbe dato visibilità, sviluppo e valorizzazione al nostro amatissimo fiume ed al territorio. Ma, nonostante il Comune di Frosinone figuri tra gli enti che hanno supportato economicamente il valido progetto dell’app, ad oggi non si è ancora impegnato a far sì che l’area sia resa accessibile ai cittadini, con conseguente inserimento dei luoghi sopra menzionati in tale applicativo. Infatti, restando chiuso al pubblico, lo Schioppo è rimasto fuori dal progetto dell’app della via Francigena. E’ dall’11 giugno che aspettiamo un tavolo tecnico anche per valutare un percorso pedonale che congiunga il tunnel di viale Roma ed il Ponte Pio IX, per arrivare alla Cascata dello Schioppo, tramite il percorso che avevamo ricavato a maggio su terreno demaniale e senza dover transitare su eventuali terreni privati. Sarebbe sufficiente, a tal proposito, una scala in legno dal tunnel al ponte e, per un progetto, il personale tecnico che lo realizzi, che certo non manca in seno al Comune».
Questo il link dove è descritto l’applicativo nel blog “Frosinone Bella e Brutta”: www.frosinonebellaebrutta.blogspot.it/2014/09/frosinone-su-unapp-in-realta-aumentata.html.

Schioppo Cosa passeggiata15

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni