Atuttapagina.it

Volley, Sora non conosce ostacoli ed è campione d’inverno

Globo Sora Claudia Di LolloLa Globo Banca Popolare del Frusinate Sora è campione d’inverno. Affrontando e battendo per 3-1 la Conad Reggio Emilia, i coach Soli e Colucci e i loro ragazzi chiudono il girone d’andata al primo posto della classifica con 26 punti all’attivo.
Sora, dunque, è regina d’inverno e, già sicura di disputare in casa il quarto di finale della Del Monte Coppa Italia Serie A2 il prossimo 6 gennaio, in quest’ultima giornata della prima metà della regular season ha conosciuto il suo accoppiamento per la pool a 6: l’avversario che ospiterà il giorno dell’Epifania è la Tonno Callipo Vibo Valentia.
Primo posto meritatissimo per la Globo, che conquista la sua sesta vittoria piena consecutiva, la nona sulle undici gare disputate fino a questo momento. Reggio Emilia è entrata sul rettangolo del PalaGlobo “Luca Polsinelli” con la voglia di mantenere il trend positivo che l’accompagnava da due gare, ma Sora non le ha permesso di alzare la testa oltre la rete.
Allo starting player coach Soli gioca la sua partita con capitan Fabroni in cabina di regia opposto al tedesco Hirsch, la coppia Salgado e Sperandio al centro della rete, Bacca e Fiore in posto 4 e Santucci libero. Coach Cantagalli risponde dall’altra parte della rete con la diagonale Guemart-Tondo, la coppia di centrali Benaglia e Giglioli, i martelli Bertoli e Tiozzo e Catellani libero.
In avvio di gara l’ace di Salgado infiamma il PalaGlobo per il 2-1 e dopo un apparente equilibrio i muri di Sperandio e Salgado portano Sora sul +3 del 7-4. Hirsch e Bacca allungano ancora (10-5). Ci prova Tondo a interrompere la striscia positiva dei padroni di casa, ma capitan Fabroni di seconda intenzione ottiene il cambio palla che manda Bacca al servizio, dove resterà per tre turni mettendo a segno anche l’ace che vale il 14-6. Il neo entrato Kody manda out la battuta del 15-7 e fa tornare sui nove metri Salgado, da dove fa letteralmente saltare ogni schema ricettivo avversario per l’eloquente 19-7. Due errori sorani e l’ace di Giglioli fanno respirare un po’ la Conad, ma solo fino al 19-10, quando Hirsch attacca a tutto fuoco aprendo il break positivo di 6-0 che porta la Globo dritta alla vittoria del set per 25-10 con l’ace di Fabroni e i muri di Fiore e Sperandio ai danni rispettivamente di Tondo e Allesh, subentrato a Tiozzo.
Stesso copione del set precedente per l’apertura del secondo, che dopo il punto a punto del 4-4 comincia a pendere verso i padroni di casa che allungano prima 7-4 con l’ace di Hirsch su Catellani e la pipe di Fiore e poi 9-5 con gli attacchi dell’opposto tedesco. Rosicchia lunghezze Reggio Emilia, riportandosi sotto fino al 10-8, ma Sora mura prepotentemente le intenzioni avversarie per il nuovo allungo del 14-8 con Fiore e Sperandio, che non fanno passare attacchi oltre la rete. Si ripropone la Conad con Tondo ad autografare due ace per il 14-11, ma lo emula Fiore e il divario torna nuovamente lo stesso sul 17-11. I ragazzi di coach Cantagalli sono con la testa nel match e reagiscono prontamente tanto da lavorare bene fino a riaprire il set sul 21-20, aiutati anche da qualche errore locale. L’ace di Fabroni riporta Sora un doppio passo avanti (23-20), Bertoli per il 23-21 ma poi manda out la palla che vale agli avversari tre set ball. Alla prima possibilità la Globo non spreca e con Hirsch a muro su Tondo chiude anche il secondo set a suo favore per 25-21.
Nel terzo parziale prova a mettere la testa avanti Reggio Emilia con l’ace di Tiozzo e con gli attacchi di Bertoli per il 3-4, ma un indiavolato Bacca attacca, mura e poi alza all’indietro una pipe per Fiore che fa segnare sul tabellone l’8-5. Si prosegue punto a punto, con Sora che si tiene stretta le sue tre lunghezze di vantaggio fino al 12-9 del technical time out e al 16-13 di Salgado. Della Corte e Bucaioni pareggiano i conti 16-16 e poi si comincia ad attaccare una volta per parte fino al 22-22. Due errori sorani regalano alla Conad due palle set e, dopo l’attacco vincente di Bacca, Della Corte lo fa suo sul 23-25.
Sora, in vantaggio per 2 set a 1, torna in campo agguerrita e con due break positivi guidati dal servizio di Sperandio vola sull’11-3. Non si lascia scoraggiare Reggio Emilia e con Giglioli e il neo entrato Kody si riporta sotto 13-9. Si fa sentire ancora di più capitan Fabroni, che oltre a una splendida regia mette in campo un muro e un ace per il +7 del 17-10. Sperandio spinge per il 20-12 e con Gaudieri che entra nella fase di difesa e Hirsch a “menare” anche dai nove metri è 22-13. Coach Soli dà spazio anche a Corsetti e dopo un paio di battute sbagliate Sperandio decreta ufficialmente la fine del set per 25-16 e del match per 3-1. (Carla De Caris – Responsabile Ufficio Stampa Globo Banca Popolare del Frusinate Sora)

GLOBO BANCA POPOLARE DEL FRUSINATE SORA: Fabroni 9, Hirsch 18, Salgado 13, Sperandio 13, Fiore 13, Bacca 9, Santucci (L), Marzola, Cacciatore, Lucarelli n.e., Cittadino, Corsetti, Gaudieri (L). I Allenatore: Soli; II Allenatore: Colucci. B/S 6, B/V 11, Muri 14.
CONAD REGGIO EMILIA: Guemart, Tondo 6, Benaglia 2, Giglioli 6, Bertoli 11, Tiozzo 9, Catellani (L), Bucaioni 2, Della Corte 6, Di Franco 7, Kody 1, Allesh, Morgese (L). I Allenatore: Cantagalli; II Allenatore: Zambolin. B/S 17, B/V 7, Muri 5.
Arbitri: Morgillo, Bertoletti.
Parziali: 25-10; 25-21; 23-25; 25-17.

Foto di Claudia Di Lollo

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni