Atuttapagina.it

1995-2015, venti anni fa i murales di via Ciamarra. Ora in stato di abbandono

Era il 1995 e un gruppo di artisti frusinati, diciannove per la precisione, decise di colorare il grigio muro in cemento armato nel “curvone” di via Alessandro Ciamarra, a Frosinone. Era un periodo completamente diverso da quello attuale: nei ragazzi c’era creatività e voglia di fare e un’idea come quella sembrò il modo migliore per lasciare un segno e, allo stesso tempo, rendere Frosinone più bella. Lo spunto fu quello di dedicare una serie di murales a Carlo Ludovico Bragaglia, regista e sceneggiatore figlio della nostra terra. Il risultato fu incredibile: i murales piacquero a tutti, anche a coloro che non conoscevano quel tipo di arte.
Venti anni dopo il lungo muro di via Ciamarra non ha più i colori di allora. I murales versano in condizioni pietose e l’arte è stata cancellata dai segni del tempo e delle intemperie. Il muro sta lentamente tornando ad essere grigio e i disegni, almeno quelli non staccatisi dalla parete, stanno ammuffendo. Recuperare i murales è ormai impossibile, ma continuare ad assistere al deterioramento di quei lavori mette tristezza.

Murales via Ciamarra

Murales via Ciamarra1

Murales via Ciamarra2

Murales via Ciamarra3

Murales via Ciamarra4

Murales via Ciamarra5

Murales via Ciamarra6

Murales via Ciamarra7

Murales via Ciamarra8

Murales via Ciamarra9

Murales via Ciamarra10

Murales via Ciamarra11

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni