Atuttapagina.it

Casa della Salute di Pontecorvo, i sindacati soddisfatti dei risultati

Casa della salute PontecorvoCgil, Cisl e Uil esprimono apprezzamento per i processi avviati e per i risultati fin qui ottenuti a seguito del confronto con la Asl di Frosinone nel tavolo permanente tra Asl e organizzazioni sindacali, in ottemperanza a quanto previsto dall’Accordo relativo alle Case della Salute, sottoscritto dalle parti il 6 novembre scorso, al fine di monitorare la concreta e corretta attuazione degli impegni assunti nel cronoprogramma. All’incontro hanno preso parte il dottor Cesare Tarquini Guetti per l’Azienda Sanitaria, Beatrice Moretti per la Cgil, Alessandra Romano per la Cisl ed Emilio Lucidi per la Uil.
«La pianificazione e l’implementazione delle attività all’interno della Casa della Salute di Pontecorvo – scrivono i sindacati – proseguono coerentemente al programma». Nello specifico sono stati attivati tre percorsi diagnostici, terapeutici ed assistenziali:
1) Diabete – sono stati arruolati 362 pazienti da giugno a dicembre 2014 (l’utenza risulta essere molto scrupolosa ed altamente allineata al percorso);
2) TAO terapia anticoagulante orale o NAO Nuovi Anticoagulanti orali – sono stati arruolati 73 pazienti da ottobre a dicembre 2014;
3) BPCO broncopneumopatia cronica ostruttiva – sono stati arruolati 26 pazienti nel solo mese di dicembre 2014.
All’interno della Casa della Salute di Pontecorvo viene erogato anche il servizio di odontoiatria sociale, il martedì pomeriggio ed il giovedì mattina, per un totale di otto ore settimanali, con accesso attraverso le agende Recup per pazienti con reddito Isee fino a 10.000 euro.
I vari PDTO attivati vedono l’equipollente coinvolgimento di tutti gli attori che compongono l’équipe multiprofessionale e multidisciplinare, con modalità di lavoro integrate nella presa in carico del paziente; ciò dovrebbe consentire di ottimizzare l’utilizzo delle risorse, il graduale abbattimento dei costi variabili nel lungo periodo e di modulare l’offerta sanitaria, coerentemente agli indici di controllo ottimale delle malattie. Il Business Plan, con le progressive integrazioni, è giunto alla 44ª versione e comprende la pianificazione dettagliata di tutte le attività e le prestazioni erogate per il prossimo triennio, anche in termini di ore di lavoro dei singoli professionisti. I MMG – Medici di Medicina Generale – stanno completando il loro trasferimento all’interno dei locali della Casa della Salute di Pontecorvo per dare spinta e completezza al nuovo modello di cure primarie erogate e per garantire la copertura quasi h12 della UCP (Unità di cure primarie) al fine di organizzare compiutamente una rete di strutture territoriali, organizzate per livelli di complessità assistenziale, con un’area pubblica, con un’area del volontariato e della mutualità. L’apertura delle ulteriori Case della Salute nel territorio provinciale si svolgerà in base al cronoprogramma ed il monitoraggio degli adempimenti propedeutici sarà oggetto dei prossimi incontri, che avranno cadenza mensile.
A seguito della verifica degli esiti Cgil, Cisl e Uil valutano positivamente l’attuazione degli impegni assunti e si impegnano a sensibilizzare ed a sollecitare nuovi processi culturali nell’approccio territoriale delle cure primarie ed in virtù di ciò auspicano che l’apertura delle Case della Salute di Ceccano-Ceprano, Atina-Isola del Liri, Ferentino e zona nord della provincia avvengano in tempi rapidi.

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni