Atuttapagina.it

Frosinone, la compagnia Errare Persona porta a teatro due spettacoli per la Giornata della Memoria

«La Repubblica italiana riconosce il giorno 27 gennaio, data dell’abbattimento dei cancelli di Auschwitz, “Giorno della Memoria”, al fine di ricordare la Shoah (sterminio del popolo ebraico), le leggi razziali, la persecuzione italiana dei cittadini ebrei, gli italiani che hanno subìto la deportazione, la prigionia, la morte, nonché coloro che, anche in campi e schieramenti diversi, si sono opposti al progetto di sterminio ed a rischio della propria vita hanno salvato altre vite e protetto i perseguitati». Così recitano gli articoli 1 e 2 della legge n. 211 del 20 luglio 2000, definendo le finalità e le celebrazioni del Giorno della Memoria, dal 2005 ricorrenza internazionale così come stabilito da una risoluzione delle Nazioni Unite. L’Officina Culturale della Regione Lazio “Casa d’Arte” di Errare Persona parteciperà alle iniziative volte a commemorare le vittime dell’Olocausto attraverso la messa in scena di due spettacoli, rivolti a adulti e a bambini, i prossimi 29 e 31 gennaio, a Frosinone, all’auditorium Colapietro, realizzati con il patrocinio di Anei, Associazione Nazionale Ex Internati Militari con sede presso la “Casa della Memoria” di Roma, in collaborazione con la Compagnia Acta Fabula di Parigi, entrambi inseriti nel progetto di teatro civile “Racconta la Guerra”. Giovedì 29, nell’ambito della rassegna “Nuovi linguaggi”, alle 21, sarà la volta di “Nòstos – ritorno, Storia di donne sopravvissute ai totalitarismi a passo di danza”; drammaturgia e regia di Damiana Leone, con Damiana Leone e Barbara Mangano; musiche di Kurt Weill. Lo spettacolo, ispirato a una storia vera, punto di riferimento della drammaturgia sono infatti le memorie di Helen Lewis, parte da Praga, nel 1989: un esilio durato vent’anni, l’incontro tra due sorelle, la forza dell’arte, l’orrore della guerra si intrecciano in una narrazione che vedrà le due sorelle ripercorrere la terribile storia di sopravvivenza a passo di danza della madre. Sabato 31 gennaio, alle 17:30, per la rassegna “Il teatro dei piccoli” sarà invece portato in scena “Le Carlottine”, spettacolo rivolto ai bambini da 7 a 13 anni, tratto da Elsa Morante, di e con Damiana Leone e Barbara Mangano. Carlottina è sia una bimba ariana nella Germania nazista che una cara amica con cui gioca sempre. Le due Carlottine si divertono ad interpretare la realtà a modo loro. Lo spettacolo spiega ai bambini in modo giocoso come poteva non avvenire l’Olocausto e quello che invece è successo. www.errarepersona.it

Foto di Gioia Onorati

Le Carlottine Gioia Onorati

Nostos Gioia Onorati

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni