Atuttapagina.it

L’importanza di un’esperienza all’estero, se ne è discusso a Frosinone

Grande successo e ottimo riscontro di pubblico per l’evento culturale che porta la firma esclusiva di Yourfuture – YF dal titolo “What’s next? L’importanza di un’esperienza all’estero”, tenutosi domenica scorsa presso il bistrò Terra Madrea di Frosinone con il patrocinio dell’A.N.F.E., Associazione Nazionale Famiglie degli Emigrati.
Un vero e proprio salotto culturale quello organizzato a Frosinone dall’Associazione dei giovani per i giovani, che ha pensato, per l’occasione, di trattare temi attualissimi: il fenomeno dell’emigrazione di massa verso l’America – che ha segnato profondamente il XX secolo -, i giovani che espatriano in cerca di lavoro o semplicemente per apprendere una lingua e la necessità di conoscere l’inglese per poter affermarsi all’interno di una società sempre più esigente.
Dopo i saluti del presidente di Yourfuture – YF, Giovanni Cinque, che ha illustrato gli obiettivi dell’Associazione e le tematiche dell’evento, la parola è passata ad un delegato dell’A.N.F.E., il quale ha delineato la storia dell’Associazione che da sempre sostiene le famiglie degli emigrati e ha ripercorso la nascita e l’evoluzione del fenomeno migratorio che, ad inizio Novecento, spinse, per povertà o per disperazione, un’ingente massa di italiani a cercare fortuna negli Stati Uniti, radicando poi la cultura e i costumi italiani in territorio newyorkese.
Sul secondo tema, quello riguardante i giovani che si recano all’estero per vivere una nuova esperienza, è intervenuto Claudio Nobili, dottorando in Traduttologia presso l’Università di Matej Bel, in Slovacchia. Partendo dalla sua esperienza personale, il giovane ricercatore ha sottolineato che «non bisogna considerare l’esterofilia come fanatismo o moda, ma come scelta consapevole di costruzione e di apporto del proprio contributo in un’altra realtà». Argomento, questo, che ha suscitato vivo interesse da parte dei giovani presenti all’iniziativa.
Relativamente al terzo tema in scaletta, quello centrato sul valore della lingua inglese, è intervenuto Alessandro Cinque, che ha raccontato la sua esperienza professionale in Inghilterra, esperienza che ha contribuito ad arricchirlo non solo umanamente ma anche professionalmente e linguisticamente, riuscendo a creare una fitta rete di contatti internazionali. Ha ribadito, inoltre, quanto sia fondamentale, oggi più che mai, conoscere la lingua inglese per avere maggiori opportunità di lavoro.
Dunque, un dibattito vero e proprio quello creato nell’innovativo “salotto culturale” di Yourfuture – YF, che ha visto anche l’intervento del dottor Claudio Marotta, giovane economista frusinate che ha vissuto un’interessante esperienza lavorativa in Finlandia e che ha puntato l’attenzione sull’efficienza e sulla professionalità delle imprese del nord Europa a sostegno del talento dei neolaureati.
A conclusione dell’evento il presidente di Yourfuture – YF, Giovanni Cinque, ha ribadito l’importanza di coinvolgere i giovani in un dibattito culturale che permetta loro di confrontarsi su temi che li riguardano da vicino ed ha affermato: «È stato un evento che non ha deluso le aspettative, un evento unico sulla scena culturale frusinate che, come ribadito, è stato promosso dall’Associazione e le cui tematiche sono state indicate dai giovani. Questa iniziativa ha voluto contribuire a trovare una risposta alla tanto temuta domanda What’s next?».
Il presidente Cinque ha, inoltre, ringraziato l’A.N.F.E., che ha patrocinato l’evento, lo staff di Yourfuture – YF, la coordinatrice del salotto culturale, Angela Marcoccia, tutte le personalità intervenute, i giornalisti, i numerosi ospiti e il responsabile dell’Ufficio Stampa, Daniele Santobianchi.

Yourfuture

Yourfuture1

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni