Atuttapagina.it

Matusa-Casaleno, le soluzioni indicate da Fiamma Frùsino

Casaleno«Città davvero prevedibile Frosinone, una città dove periodicamente si torna sempre a parlare delle stesse cose. Da alcuni giorni è tornata di moda la vecchissima querelle del Matusa-Casaleno». Lo scrive in un comunicato Sergio Arduini, presidente di Fiamma Frùsino – Destra Sociale.
«E’ dal famigerato FINANCING – prosegue la nota – che va avanti questa storia senza una soluzione definitiva. In questi giorni sono venuti alla luce nuovi tentativi di soluzione, alcuni fantasiosi ma seppur fantasiosi doverosi di una piccola analisi di fattibilità. Noi, invece, da 10 anni ad oggi proponiamo una soluzione semplice, attualissima e a costo quasi zero. Il tutto senza aver incomodato importanti e famosissimi professionisti del ramo. Una soluzione che logicamente va a cozzare contro le tante logiche di palazzo. Noi per l’area Casaleno da sempre affermiamo che deve essere dato in gestione unica al Frosinone calcio, senza SE e senza MA. Condizione drastica, è vero, ma solo in questo caso quell’area potrebbe davvero vedere la luce. Invece, per l’area Matusa, ma solo una volta costruito il Casaleno, con lo smantellamento delle due curve e del settore distinti si otterrebbe in quella zona tantissimo spazio da inglobare successivamente al parco della Mola Vecchia. Ma per nessuna ragione deve essere smantellato il campo di calcio e la tribuna coperta, primo perché quella tribuna è un pezzo di storia moderna della città e secondo perché, data la criticità cittadina di campi di calcio regolamentari, potrebbe servire per far rinascere nuove realtà calcistiche dilettantistiche, una volta numerose in questa città (Primula, Madonna della Neve, Sant’Antonio), scomparse dalla scena calcistica locale per non aver una struttura idonea. Altresì, potrebbe diventare la casa di tutte le squadre del settore giovanile del Frosinone calcio, da sempre costrette a girovagare nei campi di calcio nei paesi circostanti. Ebbene, in questo momento dove tutti parlano di soluzioni Matusa-Casaleno, e la soluzione sembra imminente, ci auguriamo che QUALCUNO abbia il coraggio di prendere in considerazione questa nostra soluzione. Forse allora si comincerebbe a vedere quel famoso e fino ad oggi inutilizzato “Se cambi, Frosinone cambia”».

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni