Atuttapagina.it

Da Gallinaro a Parigi a cavallo tra l’Ottocento e il Novecento, in un libro la storia dell’Académie Vitti

Sorelle CairaSabato 7 marzo alle 17:30 verrà presentato ad Atina, nel suggestivo salone del Palazzo Ducale, il libro “Académie Vitti, 49 boulevard du Montparnasse-Paris, i personaggi e la storia (1889-1914)”.
Frutto di una complessa e approfondita ricerca, condotta in Italia e in Francia sulla scorta di un’ampia documentazione archivistica e bibliografica, questo volume ripercorre la storia affascinante dell’Académie Vitti, fino al 1914 uno tra i più vivaci ateliers d’arte privati di Parigi. Fondata nel 1889 al 49 di Boulevard du Montparnasse per iniziativa di Cesare Vitti di Casalvieri, della moglie Maria Caira di Gallinaro e delle sorelle di questa, Anna e Giacinta, tutti e quattro ex modelli, l’Académie Vitti nel corso dei venticinque anni di attività ebbe fra i suoi docenti grandi Maestri e figure di assoluto livello come Paul Gauguin, che insegnarono a giovani artisti provenienti da varie nazioni dell’Europa, dell’America Centrale e Latina, ma, soprattutto, a pittrici e scultrici dell’America del Nord. Una peculiarità di questa scuola di disegno e di pittura era, infatti, la libera ammissione di allieve donne alle quali era qui permesso esercitarsi con modelli nudi.
Il libro scritto a quattro mani da Cesare Erario, direttore del Museo “Académie Vitti” di Atina, e da Eugenio Maria Beranger, archeologo, demo-etno-antropologo, storico dell’Alta Terra di Lavoro, è sicuramente da considerarsi l’ultima grande fatica di Eugenio Maria Beranger in quanto, inaspettatamente, è deceduto lo scorso 11 gennaio.
Beranger da circa due anni si era esclusivamente impegnato nella ricerca di documenti archivistici e bibliografici che testimoniassero il successo e l’importanza dell’Académie Vitti; senza le sue competenze, senza la sua grandissima professionalità e senza la sua onestà intellettuale il libro non avrebbe avuto quello spessore e quelle caratteristiche tanto da essere inserito, già, come pietra miliare per gli studi d’arte.
Il libro verrà presentato da Marco Bussagli e Marcello Carlino; nel corso della serata ci sarà l’intervento di Silvio Mancini, sindaco di Atina, e del presidente della Provincia Antonio Pompeo, un breve ricordo di Eugenio Maria Beranger di Antimo Della Valle, la lettura di un poema di Elmerindo Fiore e il saluto di Cesare Erario, il tutto coordinato da Bruno La Pietra.
Il libro, patrocinato dal Comune di Atina, dal Comune di Casalvieri, dal Comune di Gallinaro e dalla Fondazione Mastroianni di Arpino, è stato realizzato completamente a carico del Museo “Académie Vitti”.
Il Museo Académie Vitti di recente istituzione è stato allestito ad Atina, in quella che fu la residenza della famiglia Caira-Vitti dopo il suo rientro dalla Francia. Vi si trovano esposti molti disegni, fotografie e cartoline inedite che finalmente ci documentano e ci consentono di meglio conoscere la vita dell’Académie in un momento cruciale dell’arte moderna, fra la fine dell’Ottocento e la metà del secondo decennio del Novecento.

Académie Vitti

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni