Atuttapagina.it

Frosinone, nuova piazza e portici commerciali in piazzale Kambo: se ne discuterà al Consiglio comunale

Stazione FrosinoneLa prossima seduta del Consiglio comunale di Frosinone, in programma venerdì, si occuperà, tra le altre pratiche, soprattutto di urbanistica. Saranno, infatti, discusse la proposta di riqualificazione dell’area Scalo e l’approvazione delle linee guida per il rilascio dei permessi convenzionati in diverse zone urbanistiche del capoluogo. Per quanto riguarda piazzale Kambo, sarà esaminata la perimetrazione dell’area di intervento, sulla quale dovrebbero sorgere una piazza di circa 10.000 mq e circa 5.000 mq di portici commerciali, che costituiranno la quinta del nuovo spazio urbano. Il progetto, oltre ad alcuni privati, vede la partecipazione delle Ferrovie dello Stato, della società “Sistemi Urbani”, dell’Eni e, naturalmente, del Comune di Frosinone, che ha di recente acquisito la titolarità di buona parte delle aree demaniali che insistono nella zona Scalo. La proposta, inoltre, potrà avvalersi anche della nuova organizzazione del trasporto pubblico locale, a seguito della delocalizzazione degli automezzi dalla stazione ferroviaria all’area Sif, a ridosso della delegazione comunale, dove sorgerà l’interscambio del trasporto pubblico su gomma.
Per quanto riguarda il permesso convenzionato, l’ufficio urbanistica, dopo il seminario di studio promosso con gli ordini professionali alla Villa Comunale dall’amministrazione Ottaviani, ha redatto le linee guida per l’utilizzo del nuovo strumento attuativo, grazie al quale si potranno sbloccare decine di interventi, fermi da anni a causa delle difficoltà nel dare attuazione ad un piano regolatore datato ormai quasi mezzo secolo, con esigenze abitative e direzionali completamente diverse e rinnovate.
«Attorno a queste nuove scelte urbanistiche – ha commentato il sindaco Nicola Ottaviani – ruota una parte importante dello sviluppo economico ed ambientale del nostro territorio. Su argomenti di carattere strutturale, oltre che innovativo, si gioca la capacità del nostro Comune di rispondere alle esigenze di modernità della redistribuzione degli spazi urbani, soprattutto nell’ottica di assicurare ai cittadini nuovi standard di interesse collettivo, come piazze, verde e viabilità».

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni