Atuttapagina.it

Nasce l’Associazione dei produttori di ratafia ciociara

RatafiaIl 17 febbraio scorso, presso la sede della Camera di Commercio di Frosinone, è stata ufficialmente costituita l’Associazione Produttori Ratafia Ciociara (o Rattafia Ciociara), allo scopo di tutelare, valorizzare e promuovere questo antico liquore della tradizione prodotto da tempi remoti in provincia di Frosinone.
L’associazione senza fini di lucro – presieduta da Marco Sarandrea (Antica Liquoreria Sarandrea) e composta inoltre da Francesco Paolucci (Paolucci Liquori International), Simone Nicoli (Liquorificio artigianale Boni Tempi) e Dario Ferri (DF Gocce) – si propone, tra le altre cose, di coordinare e avanzare agli organi competenti una specifica proposta di riconoscimento di Indicazione Geografica della Ratafia Ciociara, tutelare la sua produzione, salvaguardarne la qualità, divulgarne la conoscenza e il commercio sui mercati interni ed esteri attraverso una serie di iniziative promozionali, pubblicitarie e di informazione a operatori e consumatori, accedere ai benefici finanziari previsti da leggi e regolamenti nazionali e comunitari.
«L’iniziativa è stata assunta dall’Ente camerale al fine di qualificare ulteriormente, in una logica integrata e di sistema, l’offerta complessiva del territorio che non può prescindere dalla valorizzazione di quei prodotti che si distinguono per qualità, storicità, senso identitario e forte legame con il territorio – ha affermato il presidente della Camera di Commercio Marcello Pigliacelli -. Nel caso della Rattafia Ciociara tale legame appare evidente sia nella millenaria diffusione in tutto il territorio provinciale, in particolare nella Valle di Comino, nell’arco dei Lepini e nella Media Valle del Liri, della specie vegetale Prunus avium, sia nell’utilizzo della visciola, la variante selvatica dell’amarena, per la realizzazione, negli opifici, nei monasteri e nelle case, di questo “liquore speciale dal graditissimo sapore”».
In virtù del disciplinare di produzione in corso di definizione, la denominazione Ratafia Ciociara potrà essere riservata alla bevanda ottenuta dall’infusione idroalcolica di visciole o amarene e vino atto a divenire Cesanese del Piglio Docg o Atina Doc Cabernet, aromatizzata esclusivamente con aromi, infusi naturali e spezie (cannella, vaniglia, chiodi di garofano, mandorla amara).

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni