Atuttapagina.it

Patto di ferro tra associazioni di cittadini e partiti politici per la sanità provinciale

Ospedale FrosinoneI comitati e le associazioni del Distretto sanitario B della provincia di Frosinone, aderenti al Coordinamento Provinciale per la Sanità, si sono incontrati con i rappresentanti dei movimenti e dei partiti politici del capoluogo (Fi, Idv, Ncd, M5S, Pd, Psi, Sel) lo scorso venerdì.
«L’incontro – spiega Francesco Notarcola del Coordinamento provinciale della sanità – è stato molto proficuo e tanto utile da determinare una posizione comune sul gravissimo e drammatico stato dell’organizzazione sanitaria della provincia di Frosinone e del suo peggiorare quotidiano, favorito dalle decisioni poste in essere dalla dirigenza Asl».
Decisioni che, pur senza l’approvazione dell’atto aziendale, continuano a falcidiare servizi e prestazioni con grave nocumento per la salute e per i bilanci familiari, in un contesto di progressiva ed inarrestabile disgregazione dell’organizzazione sanitaria.
I Comitati e le Associazioni hanno ribadito con forza le loro richieste ed i loro obiettivi: il rispetto e l’applicazione rigorosa ed integrale di tutta la vigente normativa in merito a dotazione di posti letto, strutture semplici e complesse, servizi ospedalieri e territoriali, nonché copertura con procedimento concorsuale di tutti i posti vacanti dei primari.
In tal senso è stata anche ribadita l’esigenza di restituire all’ospedale di Frosinone la dignità di DEA di primo livello, annullata dalle continue decisioni della direzione aziendale unitamente al rilancio dell’ospedale di Alatri.
Tutto ciò come premessa per la realizzazione del DEA di secondo livello allo “Spaziani” di Frosinone, diritto irrinunciabile per tutti i presenti.
I Comitati e le Associazioni hanno chiesto ai rappresentanti delle forze politiche un impegno, per forza e intensità e unità, pari a quello da loro già espresso in occasione delle elezioni del presidente della Saf e di quello della Provincia.
Tutti i rappresentanti dei partiti, nei loro interventi, dopo aver sottolineato e riconosciuto il valore e il ruolo propositivo e propulsivo del Coordinamento Provinciale per la Sanità per tutte le iniziative messe in campo, condividendo e facendo propri gli obiettivi posti, hanno sottolineato la necessità di un ruolo della politica come fronte comune con il Coordinamento e ne hanno assunto il relativo impegno.
In tal senso sono stati assunti i seguenti impegni:
a) convocazione del Consiglio comunale del capoluogo;
b) convocazione del Consiglio provinciale di Frosinone;
c) convocazione della Conferenza Locale della Sanità.
A queste istituzioni viene chiesto l’adozione rapida di una delibera per la realizzazione di un osservatorio paritetico permanente sulla sanità, atto propedeutico alla preparazione di un incontro con il presidente della Regione Lazio perché siano adottati urgenti provvedimenti per impedire il disintegrarsi di ciò che è rimasto dell’organizzazione sanitaria in questa provincia e per determinare il rilancio di essa.
Tutti i partecipanti hanno concluso esprimendo ampia soddisfazione per l’unità di intenti scaturita dall’incontro che vede uniti Partiti, Comitati e Associazioni in un percorso comune. Sono intervenuti Danilo Magliocchetti (Fi), Carlo Marino (Idv), Gianfranco Pizzutelli (Ncd), Luca Frusone (M5S), Norberto Venturi (Pd), Vincenzo Iacovissi (Psi), Alberto Gualdini (Sel).

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni