Atuttapagina.it

Presidio in Prefettura contro le richieste di Acea, invitati anche i 91 sindaci della provincia

AceaSi terrà il prossimo venerdì, dalle 9, il presidio di Cgil, Cisl, Uil, delle associazioni dei consumatori Federconsumatori, Adiconsum, Adoc e con l’adesione della Lega Consumatori per dissentire dalle richieste di Acea, riferite ai conguagli tariffari 2006-2011, rateizzati in dodici rate, ed il deposito cauzionale, rateizzato in due rate.
Le organizzazioni sindacali provinciali hanno fatto pervenire formale richiesta ai sindaci dei 91 Comuni per invitarli a partecipare al presidio.
«Ci auguriamo – commentano i segretari generali di Cgil, Cisl e Uil, Tomassi, Maceroni e Stamegna – che i sindaci partecipino al presidio, come manifestazione di vicinanza ai cittadini di questa provincia. Cittadini stremati dalla crisi, che non riescono più a sopravvivere e per di più si vedono recapitare bollette con conguagli retroattivi».
«Cresce il malcontento – proseguono i segretari generali -. Pensionati e disoccupati sono coloro che più stanno soffrendo per questa situazione intollerabile, ci auguriamo che le Istituzioni continuino ad essere dalla parte dei cittadini e soprattutto dei più deboli. Inoltre, nonostante i reclami e sebbene il presidente della Consulta degli Utenti e Consumatori del Lazio abbia raccomandato ad Acea di sospendere le fatturazioni e le richieste di pagamenti per 150 giorni, in esecuzione della determinazione commissariale del 30 maggio 2013, nelle more della negoziazione con l’Ente di Governo d’Ambito, il gestore ha disatteso completamente tali raccomandazioni».
Per queste ragioni Cgil, Cisl e Uil della provincia di Frosinone hanno deciso di organizzare il presidio e richiesto, contestualmente, un incontro al Prefetto di Frosinone Emilia Zarrilli «per poter esporre la gravità della situazione che, se non affrontata, potrebbe generare serie tensioni sociali».

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni