Atuttapagina.it

Volley, Sora a pieni giri non concede niente a Cantù

La Globo Banca Popolare del Frusinate Sora indossa i paraocchi e guarda solo avanti, la direzione giusta per battere 3-1 la Cassa Rurale Cantù.
Coach Soli e i suoi ragazzi non si sono concessi distrazioni pensando a chi fosse l’avversario o ai loro precedenti incontri che hanno lasciato l’amaro in bocca, ma sono andati dritti sull’obiettivo: vincere a bottino pieno per marciare a ritmo battente sulla classifica.
Cantù ha raccolto il guanto di sfida e in alcuni tratti della gara ha cercato di mettere in difficoltà Fabroni e compagni, ma i sorani in campo e quelli sugli spalti non hanno mai abbassato il ritmo gara, dando più gas nei momenti giusti tanto da uscirne quasi sempre al meglio.
Allo starting players coach Soli schiera capitan Fabroni in cabina di regia opposto al tedesco Hirsch, la coppia Salgado e Sperandio al centro della rete, Bacca e Paris in posto 4 e Santucci libero. Mister Della Rosa risponde dall’altra parte del campo con la diagonale Gerosa-Tamburo, la coppia di centrali Bargi e Robbiati, i martelli Mercorio e Ippolito e Butti libero.
Il match è aperto da un apparente equilibrio con Sora che scappa avanti e Cantù che rincorre bene fino al 7-6, quando Sperandio ottiene il cambio palla e poi va in battuta. Il centrale apre un mini break positivo, lo tiene vivo con un ace e poi Salgado fa il resto per il +5 dell’11-6. Coach Della Rosa richiama i suoi, ma al rientro in campo la Globo continua a picchiare duro con Paris e Hirsch per il netto allungo del 17-9. Sale il muro sorano con Sperandio e Bacca, che bloccano sulla rete le intenzioni di Mercorio e Tamburo: 21-12 e il destino del set appare già scritto. Paris porta i suoi compagni sul 23-13 e poi recupera una difficile palla che Fabroni con una magia serve a Hirsch, che con facilità e potenza trasforma nel set ball. È il capitano a mettere fine al primo game con un tocco di seconda intenzione che fa segnare sul tabellone il 25-15 e l’1-0 in fatto di conteggio set.
Mercorio apre con una battuta sbagliata il secondo parziale e Sperandio risponde con un ace che incrementa il parziale positivo messo a segno da Sora per il 5-0. Ferma tutto la guida tecnica canturina che in avvio di set aveva anche sostituito il centrale Bargi con Monguzzi, ma la pipe di Bacca e il muro di Salgado ai danni di Tamburo fanno segnare sul tabellone il 7-1. Con l’ace di Ippolito gli ospiti rosicchiano qualche punticino, ma la Globo continua a macinare buon gioco e con Bacca fa suonare la sirena del technical time out sul 12-5. 14-6 con Hirsch e poi il game prosegue punto a punto fino al 20-12, con tanti errori al servizio sia da un lato che dall’altro. L’ace del solito Sperandio e un indiavolato Paris portano la contesa sul 24-16 e a dire l’ultima parola è l’opposto Simon Hirsch che vola alto per il 25-17 che segna anche il vantaggio set sorano di 2-0.
Salgado in attacco e a muro su Ippolito scrive subito 3-1 nel terzo game. Pareggiano i conti gli ospiti (5-5) con Robbiati e l’ace di Ippolito e poi passano in vantaggio per la prima volta nel match (6-8), ma Sora blocca subito le velleità avversarie con Paris a tutto fuoco per il 10-10. Si apre un punto a punto di buon livello con entrambe le squadre che giocano più forte e sul 14-13 la Cassa Rurale inanella un break positivo di 0-4 che la porta avanti (14-18). Coach Fabio Soli richiede il time out discrezionale e alla ripresa del gioco il prepotente diagonale di Hirsch e il rigore di Bacca tengono vivo il set (16-18). Cantù tiene stretto il suo vantaggio fino al 19-21, quando Ippolito lavora bene per il cambio palla e Sora fa il resto per il 19-25 finale che riapre la gara.
In vantaggio per 2 set a 1, la Globo torna sul rettangolo di gioco soffrendo ancora un pochino in ricezione, così dopo il 3-1 di Paris e Salgado si ritrova sotto 4-7 con l’ex Tamburo che comincia a farsi vedere sulla rete. Coach Soli parla con i suoi ragazzi che trovano in Bacca il terminale offensivo giusto per ricucire lo strappo ed è 8-10. Con Hirsch in attacco e a muro su Ippolito e l’ace di Sperandio è parità: 11-11. Cantù dai nove metri si concede un altro doppio passo di vantaggio, ma l’opposto tedesco, grazie alla difesa del neo entrato Gaudieri, rimette tutto in equilibrio (14-14). Si prosegue sul filo di lana con Mercorio e Monguzzi a realizzare da un lato e Hirsch, Fabroni a muro e Sperandio dall’altra per il 19-19. È la panchina canturina a fermare ora il gioco, ma Sperandio va ancora a segno con il suo servizio e poi Hirsch lo emula per il vantaggio del 22-20. Ippolito non molla un colpo e rimette tutto in parità (22-22), ma poi manda in rete la battuta del 23-22. Può contrattaccare Cantù, ma Tamburo prende l’asta concedendo a Sora due possibilità di chiudere il match e i padroni di casa non si lasciano sfuggire l’occasione con Cittadino, da poco entrato per Salgado, che mura graniticamente Robbiati: 25-22 e Sora vince l’incontro per 3-1. (Carla De Caris – Responsabile Ufficio Stampa Globo Banca Popolare del Frusinate Sora)

GLOBO BANCA POPOLARE DEL FRUSINATE SORA: Fabroni 3, Hirsch 17, Salgado 10, Sperandio 12, Bacca 9, Paris 10, Santucci (L), Marzola, Cacciatore, Cittadino 1, Corsetti n.e., Lucarelli n.e., Gaudieri (L). I Allenatore: Soli. II Allenatore: Colucci. B/S 12, B/V 7, Muri 10.
CASSA RURALE CANTU’: Gerosa, Tamburo 13, Bargi, Robbiati 7, Mercorio 8, Ippolito 22, Butti (L), Groppi, Santangelo 2, Monguzzi 6, Carminati n.e., Gatti n.e.. I Allenatore: Della Rosa. II Allenatore: Redaelli. B/S 18, B/V 7, Muri 3.
Arbitri: Luciani, Feriozzi.
Parziali: 25-15 (23′); 25-17 (22′); 19-25 (24′); 25-22 (29′).

Foto di Claudia Di Lollo

Globo Sora Claudia Di Lollo

Globo Sora Claudia Di Lollo1

Globo Sora Claudia Di Lollo2

Globo Sora Claudia Di Lollo3

Globo Sora Claudia Di Lollo4

Globo Sora Claudia Di Lollo5

Globo Sora Claudia Di Lollo6

Globo Sora Claudia Di Lollo7

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni