Atuttapagina.it

Atti aziendali, da martedì alla Pisana le audizioni dei direttori generali Asl

Ospedale Fabrizio Spaziani Frosinone - Luca LisiCon l’audizione del sub commissario per l’attuazione del piano di rientro, Giovanni Bissoni, si è aperto il ciclo di sedute sugli atti aziendali delle Aziende sanitarie e ospedaliere del Lazio, che vedrà impegnata nei prossimi giorni la commissione Politiche sociali e salute del Consiglio regionale. Bissoni ha illustrato le linee guida seguite nella predisposizione degli atti di autonomia aziendale e risposto alle domande dei consiglieri regionali. «Si tratta di un’audizione propedeutica all’esame degli atti aziendali», ha detto il presidente della commissione Rodolfo Lena. In programma, da martedì, le audizioni dei direttori generali o commissari di varie Asl, tra cui: Rm/B, Rm/D, Rm/E, Rm/F, Rm/H, Latina, Rieti, Viterbo e Ares 118.
Il patto per la salute 2014-2016, ha ricordato Bissoni, comporta che i nuovi piani di rientro non abbiano solo obiettivi finanziari, ma anche attenzione al rispetto dei livelli essenziali di assistenza. Una ridefinizione della governance è poi il bisogno che accomuna tutte le Regioni sottoposte a piani di rientro. «Stiamo cercando di tradurre questo obiettivo in un’affermazione molto secca: “più Regione, più aziende”», ha detto. La Regione abbandonerà funzioni che non sono più centrali, introdurrà semplificazioni e ricorrerà a una programmazione e un monitoraggio rigorosi. In questo quadro sarà riconosciuta l’autonomia delle aziende, ma nell’ambito degli indirizzi regionali. Gli atti aziendali rappresentano come un’azienda si organizza e sta nel sistema regionale.
Oltre agli atti che sono già stati “licenziati” e posti all’attenzione della Pisana, altri sono sotto la lente della commissione tecnica regionale, mentre per quelli delle aziende universitarie è necessaria prima la firma di un protocollo di intesa tra atenei e Regione, che – secondo Bissoni – c’è l’impegno a chiudere entro marzo. Fino alla conclusione dell’iter di adozione degli atti aziendali non sarà consentita la rideterminazione della dotazione organica (stabilizzazioni e assunzioni incluse).

Foto di Luca Lisi

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni