Atuttapagina.it

Battuto il Perugia, il Frosinone sognA!

Frosinone Federico CasinelliMeraviglioso Frosinone. I leoni ciociari battono anche il Perugia e volano al terzo posto in classifica, a solo un punto dal Bologna secondo. Il 2-1 sulla formazione umbra regala un entusiasmo incredibile a tutto l’ambiente, che adesso può tornare giustamente a sognare.
“Il passato è storia, il futuro è vittoria”. La Curva Nord del Matusa si presenta così, con uno striscione srotolato lungo tutta la parte inferiore del settore. Quella con il Perugia è, fatta eccezione per il derby con il Latina, la sfida più “sentita” della stagione. Rispetto alle anticipazioni della vigilia Stellone inserisce sulle fasce difensive Matteo Ciofani e Crivello, al posto rispettivamente di Zanon e Pamic. Il centrocampo e l’attacco sono quelli titolari. Il Frosinone inizia nel modo migliore e al 15′ passa in vantaggio: Dionisi recupera palla sulla propria trequarti, avanza di qualche metro e calcia di sinistro un pallone che viene leggermente deviato, scavalcando così Koprivec. Il Frosinone, trascinato dall’entusiasmo dei propri tifosi, si dimostra determinato e concentrato. E al 28′ alla squadra di Stellone viene negato un calcio di rigore per un vistoso fallo di Goldaniga che atterra nella propria area Dionisi, lanciato verso la porta biancorossa. In questa fase dell’incontro il Perugia sembra volerla buttare sul piano delle provocazioni e il direttore di gara Maresca non sempre appare lucido nel tenere in mano la partita. Si torna negli spogliatoi con il Frosinone in vantaggio per 1-0.
Il secondo tempo inizia con una sostituzione per parte: Stellone inserisce Carlini per Paganini, Camplone risponde mettendo Baldan al posto di Giacomazzi. Dopo neanche 120 secondi Daniel Ciofani sembra voler replicare il gol al Catania con la stessa girata di destro, ma questa volta la conclusione si spegne sul fondo. All’8′ il Perugia si rende pericoloso: Rizzo si libera sulla destra e lascia partire una violenta conclusione che trova Zappino pronto a ribattere coi pugni. Un paio di minuti dopo Soddimo, dopo una bella combinazione con Gori, “cicca” clamorosamente il pallone al centro dell’area proprio davanti a Koprivec. Passano ancora due minuti e un’altra palla gol capita a Gucher, che per poco non sorprende il portiere umbro direttamente da calcio d’angolo. E’ una fase della partita ricca di emozioni, con giocate interessanti e un elevato tasso di agonismo. Al 16′ è di nuovo il Perugia ad andare vicino al pareggio con Verre che conclude da dentro l’area piccola e il pallone che termina di poco a lato. Il Frosinone, però, non rimane a guardare, sfruttando le ripartenze di Dionisi. Su una di queste, al 19′, dalla sinistra l’attaccante giallazzurro trova sulla fascia opposta Carlini, il cui tiro di prima intenzione colpisce in pieno il palo alla sinistra di Koprivec. Nella fase centrale del secondo tempo le squadre sembrano costrette a tirare il fiato, a tutto vantaggio del Frosinone. Che al 33′ trova il raddoppio più bello, perché firmato da Alessandro Frara.
Lanciato da Dionisi, il centrocampista, entrato al posto di Soddimo, si invola verso la porta del Perugia e con una precisissima conclusione batte Koprivec. La gioia del Frosinone, però, dura solo pochi minuti, perché al 39′ Faraoni in mischia trova il gol del 2-1 che torna a far sperare la squadra di Camplone. Ma il Frosinone riesce a resistere e conquista la terza vittoria consecutiva. E ora sembra quasi riduttivo parlare di play-off, visto che il secondo posto che vale la promozione diretta è solo a un punto.

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni