Atuttapagina.it

Sant’Elia Fiumerapido, presentato il progetto di recupero dei fortini tedeschi

Sant'Elia Fiumerapido studenti1Trasformare i fortini tedeschi di Monte Cifalco in un sentiero della pace. Il progetto dell’amministrazione comunale di Sant’Elia Fiumerapido, in collaborazione con l’impresa Insieme, società che funge da assistenza tecnica per l’associazione dei Comuni della provincia di Frosinone (Seraf), è stato presentato agli studenti della scuola media “Angelo Santilli”, presenti con il preside Mario Venturino. Saranno proprio i giovani di Sant’Elia Fiumerapido, infatti, attraverso la loro creatività e le loro idee, a dare vita ai disegni di vere e proprie pietre miliari che sapienti artigiani realizzeranno con la pietra di Coreno. «Un progetto che vuole recuperare la storia, vuole dare nuova consapevolezza ai giovani di quanto accaduto nel nostro territorio e vuole rendere fruibile il percorso. Le pietre lavorate faranno da guida a turisti e camminatori del sentiero», ha spiegato l’assessore Annalisa Fionda, che ha portato agli studenti il saluto del sindaco Fernando Cuozzo e della consigliera delegata alla cultura Angela Caccia. Il progetto denominato “Panorami della pace” è stato illustrato dalla professoressa Maria Mancini: «I ragazzi seguiranno un percorso progettuale condotto secondo la metodologia della formazione-intervento e disegneranno un bozzetto da trasformare in opera in pietra abbinata a poesie o slogan inneggianti alla pace». Anche il professor Renato Di Gregorio, rivolgendosi agli studenti, ha parlato di metodo: «Utilizzatelo con amore perché la formazione vi servirà nello studio e nella vita». Del cammino «che si conta di stimolare», invece, ha parlato Don Remo Marandola, il parroco di Sant’Elia Fiumerapido, che si è soffermato sulla riflessione storica e morale: «Ripensiamo a quel cammino ma anche a quello dentro noi stessi, quello che serve a rivedere i comportamenti della quotidianità, quello che serve ad apprendere il rispetto per gli altri, l’amore per il prossimo di qualunque razza o religione esso sia». Al convegno era presente anche Angelantonia Di Cicco, ex assessore comunale, che ha promesso di essere di aiuto ai giovani artisti affinché il progetto «sia di forte cooperazione tra tutti i comuni della Linea Gustav e trasformi la tragedia della guerra in una opportunità per l’occupazione e per il turismo».

Sant'Elia Fiumerapido studenti

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni