Atuttapagina.it

Sei anni fa la scomparsa del giornalista Gianluigi Proia, una messa a Frosinone per ricordarlo

Gianluigi ProiaUno spirito libero, un cultore curioso dell’archeologia e del mistero, un giornalista molto apprezzato: Gianluigi Proia era questo e molto altro. La sua prematura scomparsa, avvenuta sei anni fa, ha lasciato un grande vuoto in amici, colleghi e conoscenti.
Per questo ogni anno la sua figura viene ricordata con una messa, che quest’anno verrà celebrata alle 18 di giovedì 12 marzo nella chiesa della Sacra Famiglia, a Frosinone.
Gianluigi Proia, sempre desideroso di inoltrarsi nei più diversi ambiti della conoscenza, ha condotto numerose ricerche e redatto articoli su svariati argomenti, ma il suo interesse si è concentrato soprattutto su miti e tradizioni storiche: da qui i tanti articoli per la rivista “Mystero” e la collaborazione con lo studioso Giorgio Copiz, che ha dato vita al volume dal titolo “Antiche popolazioni italiche”. L’attività di Proia è stata fervida anche nell’ambito del giornalismo sportivo, con un’informazione sempre puntuale e imparziale. E per lungo tempo è stato caporedattore del mensile Flash Magazine, in cui hanno trovato ampio spazio i suoi articoli di cultura e storia.
Per ricordare Gianluigi ed il fratello Stefano, anch’egli scomparso in giovane età per un incidente stradale, i genitori hanno costituito da qualche anno la “Fondazione Gianluigi e Stefano Proia”, che promuove varie iniziative culturali, ed istituito l’omonimo premio collegato ad un concorso riservato agli studenti delle scuole secondarie.

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni