Atuttapagina.it

Al via il recupero per uso sociale e culturale di sette case cantoniere nel territorio provinciale

Casa cantonieraSono state concesse, a canone agevolato, le case cantoniere ex Anas di proprietà della Regione ai primi 24 Comuni che hanno risposto a un bando.
Con la conclusione del percorso di assegnazione i Comuni potranno procedere con i loro progetti per un uso pubblico, sociale e culturale degli spazi. Prevista per i prossimi giorni la stipula dei contratti.
«La delibera approvata oggi è un importante passaggio nell’ambito del bando di valorizzazione delle Case cantoniere. Abbiamo concluso tutto l’iter amministrativo e non resta quindi che stipulare i contratti con i singoli Comuni», ha detto Alessandra Sartore, assessore regionale al Bilancio, Patrimonio e Demanio.
Nella provincia di Frosinone sono sette le case cantoniere assegnate. Di seguito le informazioni su dove si trovano e i progetti che verranno realizzati:
1) Broccostella – Via della Vandra Km 3,050 – Sede uffici comunali, sede Unione dei Comuni del Lacerno e Fibreno, sede Polizia Locale e sedi associazioni comunali;
2) Cassino – Via Casilina Sud Km 140,446 – Centro di ascolto del disagio sociale e abitativo;
3) Cassino – Via di Forca d’Acero Km 60,850 – Centro di ascolto del disagio sociale e delle famiglie;
4) Ceprano – Via Casilina Km 101,401 – Casa dell’arte e della musica;
5) Ripi – Via Casilina Km 93,278 – Centro di ascolto familiare;
6) Roccasecca – Via Casilina Nord Km 121,402 – Laboratorio culturale;
7) Veroli – Via Maria e Isola Casamari Km 3,550 – Centro assistenza sociale.

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni