Atuttapagina.it

Albero della Pace, l’assessore Mastrangeli: “Dal presidente di Frosinone Bella e Brutta solo… un inutile masso”

Albero della PaceL’assessore al Bilancio del Comune di Frosinone Riccardo Mastrangeli ha replicato alla nota dell’associazione “Frosinone Bella e Brutta” (leggi qui). Sui social network è nata una discussione sui riconoscimenti da attribuire in merito al recupero dell’Albero della Pace, l’opera realizzata dall’artista Fausto Roma e ricollocata nei pressi del quartiere Cavoni.
Mastrangeli ha pubblicato questo commento: «Leggo questo bel comunicato ed allora la racconto proprio tutta così ci capiamo meglio. Io ho detto solo la verità. Ed ho chiesto di essere smentito, non criticato sempre con le solite, ammuffite chiacchiere che sanno tanto della politica del XX secolo; mi sembra una difesa sindacale dell’indifendibile! Ed allora SMENTITEMI!!! L’Albero della Pace è stato ricollocato con i soldi di quale Ente? Il Rotary Club di Frosinone. E nella targa dell’Associazione questo Ente è stato ricordato? NO. Mi sembra un atto irriguardoso verso chi ha fatto sacrifici e poteva anche non farlo, posso dirlo? Cosa ha fatto Luciano Bracaglia, che quando deve prendersi i meriti agisce in prima persona e quando deve farsi difendere usa gli associati? Tante chiacchiere, due faretti (posti anche male tanto che non illuminano la sommità dell’albero ma solo la base) ed una pietra di cui parleremo. Allora… il nulla!!! Anzi ho detto con tutta sincerità, e lo ribadisco, che se non fosse stato per Gerardo Forti l’intera operazione non sarebbe stata realizzata, visto che Luciano Bracaglia, con il suo atteggiamento aveva indispettito alcuni membri del direttivo del Rotary Club che avevano proposto di optare per il finanziamento del restauro della Chiesa di Santa Lucia a Frosinone. Con molta pazienza, ma molta pazienza, insieme a Gerardo Forti abbiamo ricucito un rapporto che si andava deteriorando e siamo riusciti a far tornare l’Albero, alto e bello più di prima a Cavoni. In quel frangente ho capito molte cose… chi all’interno dell’Associazione lavora per il bene comune e chi lavora per se stesso, per apparire, per farsi “sparare le pose” sui giornali e basta. E poi se il finanziatore del ripristino dell’Albero decide di andarsene altrove, a chi lavora per sé e per le proprie foto non frega assolutamente niente. Ed allora all’interno dell’Associazione non sono tutti uguali per me. Ma veniamo a questo insignificante sasso che è stato posto sul giardino prospiciente l’Albero della Pace. Vorrei porre qualche domanda, come stanno facendosi moltissimi frusinati che non capiscono che cosa significhi questo masso in quel posto. Ma a cosa si riferisce questo masso? Ricorda forse l’esodo di qualche popolazione approdata a Frosinone da terre lontane (come il famoso cippo carsico del Villaggio Giuliano-Dalmata a Roma)??? Mi sembra di no perché viene da una cava che sta vicino Frosinone. E’ stato posto lì per migliorare la prospettiva architettonica del posto? Assolutamente no perché, architettonicamente parlando, l’Albero della Pace fu posto su quella piazza (che è talmente piatta da essere chiamata Piastra) per regalare verticalità e mandare lo sguardo dell’avventore verso l’alto distaccandolo proprio da terra e quindi dalla Piastra. Ebbene, con questo masso collocato lì vicino si perde la verticalità che si era conquistata e si ritorna verso terra. Insomma, un masso collocato in quel posto che non ha nessun senso né sotto il profilo dell’architettura e nemmeno verso quello del significato. Anzi, rovina la prospettiva della piazza che con l’Albero aveva recuperato dopo tanti anni una bellezza tutta sua. Forse sarebbe stato meglio, a mio personale giudizio, mantenere buoni rapporti con il Rotary che ha bandito un concorso riservato agli studenti dell’Accademia di Belle Arti di ben 3.000 euro per la realizzazione di una scultura che è stato deciso di collocare nella Villa Comunale, che di opere già ne ha tante. Forse al posto di questo sasso insignificante avrebbe rappresentato qualcosa, forse con i rapporti ben mantenuti si poteva anche indicare il tema.
Ma così non è stato perché in fondo del quartiere Cavoni e di Frosinone interessa a moltissimi dell’Associazione Bella e Brutta, ma non a tutti. Aspetto le SMENTITE, ma non le solite chiacchiere».

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni