Atuttapagina.it

Ceprano, c’è anche un neonato tra coloro ai quali è stato assegnato il premio Made in Ciociaria

Ceprano premio Made in Ciociaria1Sabato 11 aprile, in occasione della XIII Fiera dell’agricoltura di Ceprano, alla presenza del sindaco Marco Galli, di alcuni assessori del Comune di Ceprano e del suo ideatore Giancarlo Pacitto, è stato consegnato con le motivazioni lette dal presentatore e artista Luigi Di Tofano il premio “Made in Ciociaria 2015” anche ad un bambino nato all’ospedale di Frosinone nel giorno di consegna del premio: questo avverrà ad ogni edizione in segno di buon augurio per il nato “Made in Ciociaria” e, simbolicamente, come continuità delle radici artistiche, imprenditoriali, storiche e culturali della Ciociaria. I riconoscimenti, realizzati dal grafico Emiliano Prili e impreziositi dalla ciocia creata dai maestri orafi Luciano Fede e Alessia Marcoccia, per questa edizione sono andati a:

Eugenio Maria Beranger, per il pregevolissimo contributo dato alla conoscenza della storia, dell’archeologia e delle tradizioni popolari della Ciociaria attraverso pubblicazioni, studi, saggi e convegni. Riconoscimento dato alla memoria perché scomparso prematuramente lo scorso 9 gennaio;
Gioacchino Giammaria, per l’intensa attività di storico e promotore di iniziative culturali riguardanti la Ciociaria attraverso attività editoriali e di divulgazione scientifica;
Ugo Iannazzi, per la passione dimostrata negli anni verso la conoscenza storica ed antropologica della Ciociaria concretizzatasi con la creazione del museo “Gente di Ciociaria” di Arce e dell’omonimo saggio scientifico;
Benedetto Vecchio, per la ricerca pluridecennale su musiche, balli e canti della tradizione ciociara, realizzando spettacoli proposti in Italia e all’estero. Fondatore anche del Gruppo musicale MBL (Musicisti Basso Lazio);
Ennio Paniccia, per l’impegno profuso negli anni nella documentazione fotografica di luoghi e personaggi della Ciociaria che oggi rappresenta una testimonianza archivistica di grande valore culturale e storico;
Giuseppe Paino, per l’amore verso la sua Terra Ciociara che emerge negli spettacoli musicali che tiene con la sua band Club Mario in tutt’Italia in cui propone artisti e musica attuale con talento e professionalità;
Luigi Centra, per il tentativo ben riuscito di coniugare l’arte, la storia e le leggende nelle pubblicazioni riguardanti la Ciociaria e nelle rappresentazioni grafiche in chiave emozionale dando senso all’esistenza remota, presente e futura;
Giancarlo Michetti, per la dedizione e disponibilità con cui si dedica al bene degli altri nell’esercizio della professione di medico apprezzata anche oltre i confini della sua Ceprano;
Oro e Arte di Luciano Fede e Alessia Marcoccia, per la straordinaria passione per il mestiere di orafi e per le realizzazioni di gioielli e oggetti tipici della Ciociaria;
Dionisio Di Tofano, per rappresentare, nascendo nel giorno del premio, il futuro delle ricchezze della Terra Ciociara.

Ceprano premio Made in Ciociaria

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni