Atuttapagina.it

Ferentino, approvato il rendiconto. Pompeo: “4 milioni e mezzo di avanzo, un risultato straordinario”

Antonio Pompeo Consiglio comunale Ferentino«Il bilancio 2014 del Comune di Ferentino si chiude con un avanzo di amministrazione pari a 4.641.655,35 euro. Un risultato straordinario per un Comune, a fronte dei sempre più sostanziosi tagli dei trasferimenti dallo Stato centrale; tenendo conto che non è stata aumentata l’imposizione fiscale e, soprattutto, considerando che è stata garantita, anzi aumentata, l’offerta di servizi essenziali. Ferentino, con questo risultato di bilancio, credo rappresenti un esempio di gestione oculata e proficua di un ente locale». E’ quanto dichiara il sindaco di Ferentino Antonio Pompeo, a margine della seduta di Giunta comunale che ha approvato l’esercizio finanziario 2014, con un avanzo di amministrazione di oltre 4 milioni e mezzo di euro.
«Dietro tale cifra – spiega Pompeo – vi sono un lavoro e un’attenzione enorme dell’intera macchina comunale, sia nella sua articolazione politica sia nella sua struttura tecnico-amministrativa, che ha permesso di tenere i conti in ordine: ormai una consuetudine per la nostra città, assicurare nello stesso tempo uno standard elevato nell’erogazione di servizi alla persona, pubblica istruzione, manutenzione e sicurezza stradale, tutela dell’ambiente, valorizzazione del patrimonio culturale. Dall’analisi del rendiconto 2014 emerge, chiara, la bontà dell’azione di governo della città. In materia tributaria non abbiamo aumentato nessuna tariffa per l’accesso ai servizi, né il peso della tassazione locale, tenendo presenti i cambiamenti epocali nel sistema tributario italiano come l’istituzione della Iuc, della Tari e della Tasi, anzi prevedendo agevolazioni importanti per le fasce deboli».
«Abbiamo saputo affrontare – argomenta il primo cittadino -, vincendola, la sfida dei mutamenti della normativa contabile e mi riferisco al tema dell’accertamento dei residui attivi e passivi, dell’armonizzazione contabile. Ora utilizzeremo l’avanzo di amministrazione per favorire la crescita della nostra comunità, attraverso nuove opere, nuovi interventi, nuovi investimenti. Possiamo, dunque, continuare a programmare, con responsabilità, oculatezza e passione, la crescita e il futuro del nostro paese».
L’assessore al Bilancio Franco Martini ha aggiunto: «Mi piace citare alcuni punti qualificanti del documento approvato: il rispetto dei parametri sulla spesa del personale, contenendo i costi; nessun ricorso ad anticipazioni di cassa, prassi degli enti locali che da noi non avviene dal 2006; il rispetto del patto di stabilità, come avviene consecutivamente dal 2008; nessun parametro negativo rispetto alla Tabella di deficitarietà; infine l’indicatore di tempestività dei pagamenti, passato da 79 giorni nel 2013 a 48. Il conto consuntivo è la fotografia dello stato di salute di un ente: quello del nostro Comune attesta una salute ottima».

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni