Atuttapagina.it

Festa di Sant’Ambrogio a Ferentino, tre giorni di eventi

Ferentino Sant'AmbrogioNella programmazione predisposta per la festa patronale dall’amministrazione comunale di Ferentino, Assessorato al turismo, in collaborazione con la Pro Loco, sono previsti diversi appuntamenti: saranno tre giorni con tanto intrattenimento nelle serate del 30 aprile, 1 e 2 maggio. Musica dal vivo con gruppi locali in vari angoli caratteristici del centro storico: Note alcoliche, Night Shift, i dj Festone e Michele, I Soliti Noti, Noi le Cantiamo così; la diretta di MoveMania con “80 voglia di Revival” e lo spettacolo “Boccioli di Donne” al Vascello. Un ruolo importante spetta alla Banda Musicale “Città di Ferentino”, che accompagnerà le processioni. Altri eventi collaterali sono inseriti nel calendario della festa: un articolato programma di iniziative per la promozione delle attività culturali sul territorio in stretto legame con la tradizione.
«Con il supporto della Pro Loco, delle associazioni e delle indispensabili collaborazioni – ha affermato il sindaco di Ferentino Antonio Pompeo – l’amministrazione si attiva per dare continuità a quella che è stata da sempre la festa cardine di tutte le manifestazioni cittadine. Tra le particolarità, sottolineo la mostra “Il Valore della Memoria” presso il Criptoportico dell’Acropoli, con le gigantografie delle rovine e la distruzione dei bombardamenti subiti dalla nostra città negli anni 1943-1944; nell’atrio del Comune, poi, l’interessantissima mostra “Ferentino nei tempi”, curata da Alfredo Collalti, con foto ed immagini inedite della città tratte da lastre originali di proprietà esclusiva. Presso la Galleria d’arte contemporanea Harpax, aperta da Massimo Giorgi in viale Marconi, da sabato 9 maggio sarà visitabile “Blue”, la personale di Vincenzo Ludovici, nostro concittadino, affermato artista e stimato docente presso l’Accademia di Belle Arti di Roma. E ancora le esposizioni nella sede della Pro Loco, a cura dell’associazione Pentaprisma, e in via Consolare a cura dell’Associazione Donne In Cammino».
«Molti appuntamenti e spettacoli – ha aggiunto il presidente della Pro Loco, Luigi Sonni – contribuiranno a creare l’atmosfera di una festa viva e popolare, con momenti dedicati esclusivamente ai ferentinati che conoscono bene e apprezzano le nostre antiche tradizioni. Ogni angolo di Ferentino è addobbato con drappi, immagini e simboli in onore del centurione Ambrogio, a testimonianza di un vera fede, radicata e profonda. La popolazione ricorda, conserva e tramanda i racconti delle suppliche e delle preghiere rivolte al Martire in occasione di vicende terribili, epidemie, invasioni, guerre, momenti tragici personali e collettivi». Scrive Don Luigi Di Stefano a proposito della festa patronale: «Nei momenti difficili della sua storia la città di Ferentino, attraverso i secoli, si è sempre raccomandata alla valida protezione del Patrono Ambrogio e ne ha sperimento sempre la benevola intercessione. Sant’Ambrogio è nel cuore di ogni ferentinate. E’ nelle case e nell’anima del nostro popolo. Sant’Ambrogio è una tradizione che non si spegne perché è culto, è amore, è vita. Nessun ferentinate può allontanarsi dalla sua città il 1 maggio e, se pure ne è lontano, fa di tutto per tornarvi, per mantenere fede al suo santo Protettore».

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni