Atuttapagina.it

Frosinone, al Nestor uno spettacolo per sostenere un centro cardiologico in Camerun

CamerunUno spettacolo teatrale con una doppia finalità, quella dell’intrattenimento e quella della beneficenza. E’ questo lo scopo di “Crazy Sisters”, commedia musicale liberamente ispirata al film “Sister Act”, che andrà in scena sabato alle 20:30 presso il teatro comunale Nestor di Frosinone. Lo spettacolo è allestito dalla compagnia teatrale “Rifornimento in volo”.
Il fine della serata, come detto, sarà anche quello della solidarietà. Il ricavato della vendita dei biglietti, infatti, dal costo di 10 euro ciascuno, servirà per sostenere il progetto della onlus Fiuggi Anticolanum. E a spiegare cosa si propone questa associazione è stato questa mattina il dottor Aldo Laquaniti in una conferenza stampa svoltasi alla Villa Comunale del capoluogo che ha coinvolto anche il consigliere comunale Andrea Turriziani in rappresentanza del Comune di Frosinone e la professoressa Carlodalatri per il mondo scolastico.
«Durante gli anni universitari – ha spiegato il dottor Laquaniti – ho conosciuto degli studenti africani. Con uno di questi, Fred Kemah, è nata una profonda amicizia. Il mio compagno di corso dopo la laurea è tornato nel suo Paese, il Camerun, e si è impegnato nella realizzazione di un ospedale nella città di Buea. La struttura, però, necessitava di un centro cardiologico e allora mi ha chiesto aiuto. Attraverso la onlus Fiuggi Anticolanum siamo riusciti a reperire tutto il materiale occorrente: un defibrillatore, un elettrocardiografo, uno strumento per effettuare la misurazione della prova da sforzo e altre apparecchiature. Inoltre, grazie ad alcuni sponsor siamo anche riusciti a mettere insieme altri oggetti di uso quotidiano, come delle ciabatte o anche degli occhiali da vista donati dall’azienda Otovision. Abbiamo tutto il necessario per la realizzazione del centro cardiologico, dobbiamo solo spedire queste cose in Africa attraverso un container, il cui costo si aggira intorno ai 4-5.000 euro».Camerun1
«Per questo abbiamo pensato – ha aggiunto il dottor Aldo Laquaniti – di allestire uno spettacolo teatrale che ci permettesse di raccogliere fondi. Va precisato che tutto il ricavato verrà investito nelle spese di trasporto del materiale per il Camerun. E se dovesse avanzare qualcosa si provvederà all’acquisto di altri strumenti».
Buea è una città con circa 100.000 abitanti. L’unico ospedale attivo risale all’epoca coloniale tedesca, ma è privo di un reparto di cardiologia. L’ictus cerebrale rappresenta la prima causa di morte e moltissimi sono i casi d’insufficienza e di aritmie cardiache. Una volta attivo, il centro cardiologico avrà ventidue posti letto.
Per informazioni e per l’acquisto dei biglietti ci si può rivolgere al numero 339.4880124.
Per donazioni: Fiuggi Anticolanum Onlus IBAN IT62Z0558422000000000003075.

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni