Atuttapagina.it

Frosinone da urlo, vittoria nel derby e secondo posto a un punto

DerbyÈ il più bel Frosinone di sempre e anche il più forte. I leoni ciociari battono il Latina anche nel derby di ritorno e volano al terzo posto della classifica, a solo una lunghezza dal Bologna che oggi ha riottenuto il punto di penalizzazione che gli era stato tolto. Due saranno le squadre che verrano promosse in Serie A senza passare attraverso i play-off e, dopo il Carpi, il Frosinone è una delle più serie candidate per il grande salto nel massimo campionato.
“Non cedete loro niente ma prendete da loro tutto!” è la scritta con la quale la Curva Nord si presenta ai circa 500 tifosi nerazzurri. La frase è ripresa da una battuta del film 300 e davvero mozzafiato è la coreografia che accompagna l’ingresso in campo delle due squadre.Derby1
Stellone deve rinunciare a Daniel Ciofani, che si accomoda in panchina. Soddimo, Russo e Matteo Ciofani, scontate le rispettive squalifiche, partono tutti e tre dall’inizio, cosi come Gori e Carlini, tenuti a riposo contro il Pescara. La prima conclusione del derby capita sui piedi di Bruscagin all’8′: il tiro viene neutralizzato da Zappino. All’11’ Figliomeni, dalla panchina, trattiene il pallone ritardando la rimessa laterale del Frosinone: il direttore di gara Fabbri estrae il cartellino rosso e allontana dal campo il difensore nerazzurro. Due minuti più tardi ci prova Dionisi con un destro a giro che viene alzato sulla traversa da Di Gennaro. Al 22′ il Frosinone va in gol con Carlini, ma il pallone prima di arrivare sui piedi di Max era già uscito e Fabbri giustamente non convalida la rete. Cinque minuti più tardi si rivede il Latina dalle parti di Zappino, con un’azione sviluppatasi sulla fascia destra e conclusa da Sowe con il sinistro: l’attaccante nerazzurro, però, colpisce troppo con l’esterno e il pallone termina a lato. E dopo pochi minuti è il Frosinone a passare in vantaggio: Soddimo serve Crivello, che viene sgambettato da Brosco dentro l’area del Latina. È rigore. Dal dischetto, siamo al 31′, va Dionisi che batte Di Gennaro. Frosinone avanti 1-0 e Matusa che esplode di gioia. Subito il gol, il Latina prova a riorganizzarsi e al 39′ Bidaoui, dopo una combinazione con Sowe, calcia di poco a lato rispetto alla porta di Zappino. Allo scadere del primo tempo il Frosinone va vicino al raddoppio dopo uno slalom nella metà campo nerazzurra di Dionisi: Federico però angola troppo il tiro al momento di battere Di Gennaro. Giallazzurri al riposo in vantaggio per 1-0.
Derby2La ripresa inizia con le stesse formazioni del primo tempo. Dopo quattro minuti Mangni si divora un gol da buona posizione, una specie di calcio di rigore con il pallone in movimento: il tiro del numero 19 nerazzurro termina alto. Al 9′ il Latina ha una palla gol ancora più clamorosa, con Crimi che supera tutti e scavalca Zappino con un preciso colpo sotto: quando il pallone sembrava già aver oltrepassato la linea arriva Blanchard a respingere. Intorno al quarto d’ora altre due occasioni per il Latina, entrambe sul destro di Viviani: prima su calcio di punizione impegna Zappino e un paio di minuti dopo tira dalla distanza sopra la traversa. Il Frosinone ha iniziato la ripresa in maniera troppo rinunciataria, quasi timida. Al 72′ è ancora Mangni a rendersi pericoloso, per fortuna del Frosinone il suo colpo di testa sorvola l’incrocio dei pali. La squadra di Stellone può tirare un sospiro di sollievo all’82’, quando Crimi viene espulso per doppio giallo. È l’ultimo episodio di un secondo tempo giocato sotto tono dal Frosinone, che però vince per 1-0 il 49° derby della storia. Il Matusa può festeggiare e insieme ai tifosi del Frosinone anche la squadra, che merita solo applausi per questa vittoria e per quanto fatto finora. Il secondo posto è lontano solo un punto e il sogno dei leoni ciociari della Serie A può continuare.

Derby3

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni